rotate-mobile
Cronaca Sarno

Commando di fuoco a Sarno, 31enne resta in carcere: ai domiciliari un 29enne

Lo ha deciso il gip del tribunale di Nocera Inferiore, nell'indagine sugli spari di lunedì scorso a Sarno, da parte di un commando di fuoco, dove tre persone che ne avrebbero fatto parte sono ancora ricercate

Il nocerino A.P. resta in carcere mentre il sarnese G.V. va ai domiciliari. Lo ha deciso il gip del tribunale di Nocera Inferiore, nell'indagine sugli spari di lunedì scorso a Sarno, da parte di un commando di fuoco, dove tre persone che ne avrebbero fatto parte sono ancora ricercate. 

L'inchiesta

Il 31enne si è avvalso del silenzio mentre il secondo indagato, di 29 anni, ha fornito la sua versione dei fatti. Sullo sfondo vi sono gli spari esplosi contro una macchina con dentro due persone, intorno alle 18,30, tra le palazzine del rione Europa. Ad agire almeno cinque persone, incappucciate e con un giubbotto antiproiettile, a bordo di una Fiat 500L rubata in provincia di Napoli. Avevano puntato una Nissan Qashqai, su cui viaggiavano due persone. L'obiettivo pare fosse un uomo di 49 anni, in compagnia dello zio che lo aveva portato a casa, da lavoro, con un passaggio. Il gruppo era poi fuggito, a piedi, dopo aver provocato un incidente e tamponato l'auto che avevano puntato poco prima. Lasciando per strada armi, scaldacollo, passamontagna e qualche cellulare. Il 29enne imprenditore ha spiegato di aver subito due rapine in passato, ragion per cui girava con una pistola. E di non essersi fermato all'alt dei carabinieri per paura. Era stato poi fermato a Siano, al termine di un inseguimento. L'indagine prosegue per chiarire la dinamica dei fatti, individuare gli obiettivi del commando, che potrebbe aver agito in risposta ad una presunta e precedente sparatoria che sarebbe avvenuta la settimana precedente, sempre a Sarno, nello stesso quartiere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commando di fuoco a Sarno, 31enne resta in carcere: ai domiciliari un 29enne

SalernoToday è in caricamento