Cronaca

Sequestro del Crescent: la società rinuncia al ricorso in Tribunale

La Crescent srl, la società del gruppo Rainone, che aveva presentato richiesta al Riesame per il dissequestro del Crescent, ha rinunciato al pronunciamento del Tribunale

La Crescent srl, la società del gruppo Rainone, che aveva presentato richiesta al Riesame per il dissequestro del Crescent, ha rinunciato al pronunciamento del Tribunale: il cantiere, quindi, resterà chiuso. Era fissata per oggi, l’udienza per chiedere il dissequestro dell'opera, a cui, dallo scorso 20 novembre, sono stati apposti i sigilli per disposizione del Gip Donatella Mancini che accolse le richieste della Procura.

I reati in questione vanno dall’abuso d’ufficio, al falso, alla lottizzazione abusiva: tra gli indagati il sindaco Vincenzo De Luca, assessori e funzionari comunali e l’ex soprintendente Zampino. La Società Crescent Srl, intanto, ha soprasseduto dalla richiesta, non potendo riprendere i lavori prima che il Comune di Salerno e la Soprintendenza non abbiano riesaminato le autorizzazioni paesaggistiche, secondo le disposizioni del Consiglio di Stato.

"Abbiamo invitato le Autorità Amministrative a dare ottemperanza, in tempi brevi, al riesame motivazionale disposto dal giudice amministrativo, confidando in una rapida definizione della relativa procedura", fa sapere la Società Crescent, tramite i suoi legali Lorenzo Lentini e Agostino De Caro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro del Crescent: la società rinuncia al ricorso in Tribunale

SalernoToday è in caricamento