Presepe di sabbia, chiusura solidale: un contributo per "Bella Sempre"

  • Dove
    Sottopiazza della Concordia
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 24/01/2019 al 27/01/2019
    Un intero weekend di apertura straordinaria - ad orario continuato dalle ore 11 alle 19
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
Foto di Antonio Capuano

La Compagnia della Sabbia si prepara a salutare Salerno dedicando l’ultimo giorno di apertura alla solidarietà: domenica 27 gennaio, la mostra sarà, infatti, visitabile senza biglietto di ingresso ma a fronte di un contributo libero a favore di “Bella Sempre”, il progetto solidale di raccolta fondi promosso dalla Fondazione della Comunità Salernitana onlus, Cna Salerno e Inner Wheel Club Salerno a favore delle donne malate di cancro. 

Il progetto

Grazie a “Bella Sempre”, l'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno beneficerà di un casco speciale per contrastare la caduta dei capelli nei pazienti che si sottopongono a trattamenti chemioterapici. “Oltre a destinare il ricavato dell’intera giornata di domenica a Bella Sempre, abbiamo custodito un salvadanaio per raccogliere fondi destinati a questo progetto per tutta la durata dell’evento. E' il secondo anno di fila che sposiamo questa causa, perché crediamo fermamente in questo progetto, promosso dalla Fondazione della Comunità Salernitana, presieduta da Antonia Autuori. Un'azione nobile che restituisce un barlume di normalità alle vite delle donne in lotta contro il cancro”, ha commentato Domenico Spena, direttore artistico della mostra che, anche quest'anno, ha avuto un successo di pubblico straordinario (la foto che pubblichiamo è di Antonio Capuano).

Info utili

Inizialmente prevista per il 14 gennaio e poi spostata al 20 gennaio, la chiusura della mostra “Il Presepe di Sabbia – Scuola Medica Salernitana” è stata prorogata ulteriormente a domenica 27 gennaio. Un intero weekend di apertura straordinaria - ad orario continuato dalle ore 11 alle 19 - per fruire delle sei sculture monumentali realizzate con maestria e passione da quattro artisti della SandArt internazionale – Ferenc Monostori (Ungheria), Aaron Ojeda (Spagna), Laura Scavuzzo (Italia) e Aleksei Rybak (Russia) - ispirate alla storia e all’identità medievale salernitana.

 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Salerno, mostra collettiva internazionale “Fragilità e distacco/70 Years Ruggero Maggi”

    • Gratis
    • dal 29 agosto al 28 novembre 2020
    • Spazio Ophen Virtual Art Gallery
  • Al via la 6^ edizione del concorso internazionale “Reinterpretazione della tombola napoletana dal n.1 al n.90”

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2020 al 15 gennaio 2021
    • palazzo S. Agostino
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento