Proteste contro il lockdown: Mazzeo contro Santoro, a Cava Cirielli al fianco dei commercianti

Marco Mazzeo, segretario dei Giovani Democratici di Salerno: "Coerenza zero. Confuso personalmente. Inutile politicamente. In crisi d’identità e alla ricerca disperata di visibilità"

“Da alcune immagini notturne emerge che Dante Santoro, nonostante la sua giovane età, inizia a soffrire di gravi problemi di amnesia e coerenza. Ormai l’ex deluchiano, grillino, dema, ora leghista, politicamente inutile e inesistente, è in grado solo di operare azioni di vero e proprio squallido sciacallaggio".

A dirlo è d Marco Mazzeo, segretario dei Giovani Democratici di Salerno: "Era contrario al COVID center di Salerno. Ricordiamo la sua passerella con il suo padrone milanese. Adesso ha cambiato idea con i suoi amici. Ora alimenta assembramenti illegali, con la scusa del coprifuoco, ma dimentica che anche i Governatori di Regione della Lega, dove ricordiamo militerebbe Dante Santoro, perché sappiamo che cambia casacca alla velocità del vento, hanno già adottato il coprifuoco per difendere la salute dei cittadini. Evidentemente non è capace di mantenere una coerenza di pensiero. È bravissimo, invece, a fare lo sciacallo. - aggiunge Mazzeo -  Coerenza zero. Confuso personalmente. Inutile politicamente. In crisi d’identità e alla ricerca disperata di visibilità. Massima vicinanza umana e politica alle famiglie e alle categorie in difficoltà economica. Ma a lui e a chi come lui specula sulla vita e sulla salute delle persone, diciamo una sola cosa: vergognatevi”.

La posizione del consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Italo Cirielli

“A Cava de’ Tirreni è andata in scena una democratica, legittima e pacifica protesta dei commercianti contro il nuovo lockdown annunciato dal governatore De Luca. Sono al loro fianco perché decisioni del genere, senza un adeguato supporto fiscale, rischiano di far saltare in aria l’economia locale e di impoverire drammaticamente il settore del commercio.

I commercianti cavesi hanno pienamente ragione nel rivendicare i loro diritti, perché in otto mesi Pd e M5S non hanno fatto nulla per prevenire la nuova imminente chiusura delle attività. Adesso, alla luce dell’aumento considerevole dei casi di Covid-19, si può anche accettare un ulteriore rallentamento dell’economia. A patto, però, che le risposte dello Stato non siano quelle adottate finora, perchè in questi mesi il Governo Conte ha bruciato circa 80 miliardi di euro, mentre il governo regionale 1 miliardo di euro, ed ora a farne le spese sono i cittadini campani. Mi auguro che l'amministrazione comunale, a partire dal sindaco Vincenzo Servalli, che è dello stesso partito del governo regionale, si faccia portavoce delle richieste e delle esigenze dei commercianti cavesi, i quali vanno ascoltati ed aiutati con i fatti e non a chiacchiere”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento