social

Percorre km a piedi per raggiungere il posto di lavoro: la Fiab dona una bici ad un giovane in difficoltà

Prosegue, intanto, l'impegno dell'associazione Fiab, anche in tema di sicurezza stradale, confermando la posizione già espressa in passato circa la sua contrarietà ad ogni iniziativa volta ad introdurre l’obbligatorietà di dispositivi di “sicurezza passiva” a carico dei ciclisti

Nuovo gesto lodevole da parte della Fiab di Salerno, grazie alla sensibilità del presidente Paolo Longo e della sua socia Pina Albano, docente universitaria che ha risposto all'appello di aiuto lanciato da un giovane straniero. Quest'ultimo, già supportato dalla cooperativa Galahad attraverso il suo sportello sociale, necessitava di una bici per recarsi sul luogo di lavoro, reduce da un triste iter di ingiustizie subite che gli hanno procurato danni e problematiche non di poco conto, a livello sociale, burocratico ed economico. Preso a cuore dalla cooperativa Galahad, il giovane del Ghana ha trovato un impiego ma, per ragioni monetarie e logistiche, era costretto a percorrere a piedi diversi km per raggiungere il suo posto lavorativo. Così la Fiab di Salerno ha teso una mano verso il giovane donandogli una bici.

L'impegno della Fiab

Prosegue, intanto, l'impegno dell'associazione Fiab, anche in tema di sicurezza stradale, confermando la posizione già espressa in passato circa la sua contrarietà ad ogni iniziativa volta ad introdurre l’obbligatorietà di dispositivi di “sicurezza passiva” a carico dei ciclisti, quali, a titolo esemplificativo, casco, gilet riflettente, al di fuori delle ipotesi già attualmente previste dal vigente Codice della Strada, e specchietti. L'obiettivo della Fiab resta dunque affermare la priorità della “sicurezza attiva”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorre km a piedi per raggiungere il posto di lavoro: la Fiab dona una bici ad un giovane in difficoltà

SalernoToday è in caricamento