rotate-mobile
social

SportAbility, via al progetto per diffondere cultura sportiva e sana alimentazione

L'abilità dello sport per una crescita inclusiva, relazionale e sana”, a cui ha aderito in qualità di partner la Fondazione Carisal, presieduta da Domenico Credendino

È stato approvato il progetto “SportAbility: l'abilità dello sport per una crescita inclusiva, relazionale e sana”,presentato,nell’ambito dell’iniziativa “AzioneProvincEgiovani 2020”,dall’Unione Regionale delle Province Campane e curato dalla Provincia di Salerno.Il progetto vede coinvolte le Province di Salerno, Avellino e Caserta, unitamente all’Ufficio Scolastico Regionale ed ai Comuni di Nocera Inferiore e San Valentino Torio.  Completano il partenariato soggetti esterni alle istituzioni individuati dal Capofila (UPI Campania) in seguito alla pubblicazione di una manifestazione di interesse.  Si tratta di:  CSI, CUS, COSVITEC scarl, Salerno Guiscards e Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana .

Il progetto

“Lo sport è fondamentale per un corretto stile di vita  ed è molto importante divulgare sempre più i valori  etici ed educativi che ad esso  sottendono” -  afferma il Presidente della Fondazione Carisal, Domenico Credendino-  “La Fondazione  ripone grande attenzione ai progetti di promozione  dell’attività sportivaper la diffusione  dello sport,soprattutto tra i  giovani” - conclude il Presidente.

L’idea base del progetto è incentrata su un duplice obiettivo: diffondere la cultura della pratica sportiva e di una sana e corretta alimentazione quale strumenti di benessere della persona, di socializzazione e aggregazione mediante la diffusione delle informazioni e la promozione di spazi di confronto e dialogo tra i giovani e tra questi e le Istituzioni.

Diffondere, quindi, un’idea forte dello sport che contribuisca allo sviluppo della pratica sportiva ad alto valore sociale e alla realizzazione dell'obiettivo di “uno sport per tutti e di tutti”, attraverso una diffusa attività di informazione e formazione rivolta alle scuole ed alle istituzioni locali. I principali beneficiari delle attività progettuali saranno infatti giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni, precisamente studenti degli Istituti Superiori delle province coinvolte. Particolare attenzione sarà data anche alla linea di attività trasversale “I giovani e le nuove tecnologie”. Il progetto “SportAbility” infatti cercherà di educare i giovani ad un uso consapevole dei social network grazie alla Media Education, un’attività di tipo didattico ed educativo finalizzata a sviluppare negli studenti la capacità di: comprendere i diversi media e le varie tipologie di messaggi; utilizzarli correttamente, saper interpretare in maniera critica il messaggio; essere in grado di generare un messaggio e quindi usare in maniera propositiva i media.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SportAbility, via al progetto per diffondere cultura sportiva e sana alimentazione

SalernoToday è in caricamento