Cosenza - Gelbison 1-2, colpaccio dei vallesi

Seconda vittoria consecutiva per i cilentani dopo il successo sul Messina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La Gelbison espugna il "San Vito" di Cosenza scrivendo una delle pagine più belle della sua storia. I ragazzi di mister Erra, al termine di una partita meravigliosa, conquistano tre punti meritatissimi issandosi in vetta alla classifica. Risulta difficile trovare aggettivi per descrivere e commentare una gara come quella di oggi: nonostante le importanti assenze, i rossoblu hanno messo in campo una prestazione superlativa lottando su ogni pallone. Non è stata, però, solo la grinta e la determinazione a fare la differenza: la Gelbison è scesa in campo con la consapevolezza dei propri mezzi tecnici grazie ai quali ha annichilito i padroni di casa che sono riusciti a rendersi pericolosi solo in un paio di circostanze nel corso della seconda frazione di gioco.

Dopo 13' è la Gelbison ad andare vicina alla realizzazione con Manzillo la cui punizione, scaturita da un fallo su De Cesare, si stampa all'incrocio dei pali con Straface battuto. Al primo affondo il Cosenza trova il vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Arcidicono la palla arriva sui piedi di Liotti che lascia partire un gran tiro sulla cui traiettoria interviene Parenti che, in sospetta posizione di fuorigioco, supera l'incolpevole Spicuzza. I calabresi, trovato il goal, continuano a premere sull'acceleratore e vanno vicini al raddoppio al 34' quando Arcidiacono, trovatosi davanti a Spicuzza, si lascia ipnotizzare dall'estremo difensore della Gelbison.

Sul capovolgimento di fronte la Gelbison trova il pareggio: Di Filippo semina il panico sulla corsia di destra e scarica il pallone sui piedi di Manzillo che lascia partire un fendente velenoso dai venticinque metri che lascia di stucco Straface.
Allo scadere dei primi 45' i cilentani hanno l'occasione per ribaltare il risultato, ma Grimaudo, trovatosi a tu per tu con il portiere silano, non riesce a capitalizzare l'occasione. Il primo tempo termina sull'1 a 1 con la Gelbison che esce applaudita dagli oltre cento tifosi presenti.

Neanche il tempo di mettere la palla al centro per la ripresa del gioco che la Gelbison si ritrova in vantaggio con De Cesare che, approfittando di uno svarione della difesa del Cosenza, insacca il goal del due a uno beffando Straface con un magnifico pallonetto da posizione defilata. I rossoblu locali iniziano a spingere alla ricerca del pareggio, ma la Gelbison resiste agli attacchi senza mai andare in affanno se si eccettua una prodigiosa parata di Spicuzza su una rovesciata di Mosciaro. Anzi sono i cilentani ad avere la palla giusta per chiudere la gara con De Cesare che, servito Mustone, non risulta freddo al momento della conclusione.

Scampato il pericolo, il Cosenza si butta in avanti trovando sulla sua strada una Gelbison compatta, pronta a combattere su ogni pallone.
Sull'ultimo disperato assalto arriva l'episodio che avrebbe potuto cambiare: il direttore di gara decreta un dubbio calcio di rigore a favore dei padroni di casa per una trattenuta al centro dell'area. Sul dischetto si presenta il bomber Mosciaro, la cui conclusione forte e angolata viene ribattuta da un super Spicuzza. Subito dopo termina l'incontro con la Gelbison che corre a ricevere l'abbraccio dei suoi sostenitori.

COSENZA - GELBISON 1-2

COSENZA: Straface, Sicignano, Parenti (al 1' st Varriale 7), Benincasa, Parisi, Liotti (al 45' st S.Arcidiacono 6), Arcidiacono, Fiore, Mosciaro, Pesce, Piromallo (al 39' st Libertini). ALL. Gagliardi. A disp. Perri, Scigliano, Naccarato, Le Piane
GELBISON: Spicuzza, Di Filippo, Mustone, Manzillo, Melcarne, Magliocca, Santonicola, Pecora, De Cesare, Galantucci (35' st Torracca), Grimaudo (36' st Viciconte). ALL. Erra. A disp. Nappi, Manganelli, Santangelo, Montariello, Passaro.
ARBITRO: Panarese di Lecce, assistenti Pignatelli di Taranto, Falco di Bari
RETI: al 24' pt Parenti (C), al 35' pt Manzillo, al 1' st De Cesare
NOTE: spettatori 2500 di cui 100 da Vallo della Lucania; ammoniti Parenti, Arcidiacono P., Spicuzza, Di Filippo, Mustone, Santonicola, De Cesare, Melcarne; angoli 10 a 1 per il Cosenza; recupero 2' pt, 7' st.

GELBISON - MESSINA 2-0
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento