Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

No all'abbandono dei mozziconi di sigarette: la lettera ai sindaci del Cilento

Il Club Elea per l’Unesco e il Wwf Campania hanno inviato una missiva ai primi cittadini del Parco Nazionale affinchè applichino la nuova legge per tutelare l'ambiente

Il Club Elea per l’Unesco e il Wwf Campania hanno inviato una lettera aperta ai sindaci del Cilento e al direttore del Parco nazionale, chiedendo loro di attivarsi per favorire l’applicazione della recente legge che vieta l’abbandono dei mozziconi di sigarette e piccoli rifiuti nell’ambiente. "L’importanza di questa legge - scrivono nella missiva il presidente del club Enea Unesco Francesco Abbate e il delegato campano del Wwf Piernazario Antelmi - è evidente in quanto i mozziconi di sigaretta contengono almeno sei sostanze tossiche dannose per la salute dell’uomo e dell’ambiente. Tra queste il Polonio 210 che risulta infatti, quale prodotto radioattivo, altamente cancerogeno. Malgrado ciò si continua a trovare migliaia di cicche abbandonate nelle strade, nei giardini pubblici, nei prati, nei boschi e, quel che è più grave, sulle spiagge dove l’ignoranza dei cittadini, forse non ancora informati della legge e sul grave pericolo di inquinamento dell’ecosistema marino, continuano ad abbandonare questo prodotto tossico".

Poi ricordano come "la legge obbliga i comuni a provvedere ad installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo, e delle gomme da masticare, nonché  ad apposite campagne di informazione da parte degli stessi comuni, volte a sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l'ambiente derivanti dall'abbandono dei mozziconi di prodotti da fumo e gomme”.  Le sanzioni ai trasgressori vanno da 60 a 300 euro proprio perché "le sostanze contenute nel filtro sono altamente tossiche. Ma la sanzione senza una efficace prevenzione non è sufficiente, a parer nostro, a fermare questa pessima abitudine ad abbandonare la cicca dovunque".

Di qui la conclusione: "Chiediamo pertanto che le amministrazioni locali, in special modo quelle il cui territorio è compreso nel il Parco nazionale che vieta, lo ricordiamo, qualsiasi tipo di inquinamento nel suo territorio, si attivino urgentemente ad eliminare, il più possibile, il grave inquinamento prodotto dall’abbandono delle cicche di sigarette nell’ambiente, mettendo in pratica i provvedimenti previsti dalla legge, previa adeguata informazione".
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No all'abbandono dei mozziconi di sigarette: la lettera ai sindaci del Cilento

SalernoToday è in caricamento