rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Battipaglia

Non vuole l'aerosol: paziente aggredisce infermiere all'ospedale di Battipaglia

Cicia (Opi): "Come Opi ci costituiremo parte civile nel procedimento penale che ne scaturirà per dare l'esempio e salvaguardare la dignità di tutto il personale infermieristico". Intanto Noi Moderati ha già indetto un primo tavolo tecnico per affrontare le varie problematiche con il pieno sostegno del dottor Martino Carmine, responsabile regionale sanità

Nuova aggressione dei sanitari, questa volta presso l'ospedale di Battipaglia. Un giovane paziente, giunto in preda ad una crisi asmatica, avrebbe, infatti, picchiato un infermiere del Pronto Soccorso nella notte tra venerdì e sabato, mentre l'operatore stava per praticargli l’aerosol. Sul posto, i carabinieri che hanno identificato l'utente, riportando la calma.

Il commento di Cosimo Cicia, presidente dell'Ordine delle professioni infermieristiche di Salerno: 

"Sono rammaricato per l'ennesima aggressione ai danni d'infermieri che non fanno altro che il proprio lavoro. Lo ripeto da una vita: il filtro della sanità territoriale non funziona e arrivano tutti in pronto soccorso. Come Opi ci costituiremo parte civile nel procedimento penale che ne scaturirà per dare l'esempio e salvaguardare la dignità di tutto il personale infermieristico".

Intanto, Enrico Tucci, coordinatore cittadino Noi Moderati Battipaglia, a nome del partito, esprime solidarietà al personale impegnato in pronto soccorso e alla vittima di quanto accaduto all’ospedale di Battipaglia: “Una problematica seria da affrontare nelle sedi competenti. In termini di sanità siamo ultimi su ogni fronte, dalle liste d’attesa all’assunzione di nuovo personale e nel frattempo medici ed infermieri subiscono aggressioni ormai quotidiane", sottolinea - Mario Garzia, responsabile provinciale dipartimento sanità. Ad accendere i riflettori sulle falle nel sistema di emergenza/urgenza del 118 il responsabile sanità per la città di Scafati, Amedeo Auriemma: “Un settore che vivo ormai da anni, le criticità sono tante, le soluzioni ci sono ma a quanto pare nessuno vuole metterle in atto. Un sistema che inizia a scricchiolare sotto il peso dell’ irresponsabilità dei vertici. Non si può più restare a guardare, è il momento di intervenire”. Noi Moderati ha già indetto un primo tavolo tecnico per affrontare le varie problematiche con il pieno sostegno del dottor Martino Carmine, responsabile regionale sanità per Noi Moderati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non vuole l'aerosol: paziente aggredisce infermiere all'ospedale di Battipaglia

SalernoToday è in caricamento