rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Cronaca Baronissi

Aiuti per l'Ucraina, bus da Baronissi per accogliere donne e bambini

E' partito questa mattina alle quattro, dalla sede dell’associazione “Il Punto”, il pullman organizzato dal Comune di Baronissi diretto a Medyka (Polonia) paese alla frontiera polacca a 70 chilometri da Leopoli (Ucraina). Un'iniziativa anche a Caggiano

Pullman da Baronissi in viaggio per l'Ucraina per accogliere donne e bimbi in fuga. E' partito questa mattina alle quattro, dalla sede dell’associazione “Il Punto”, il pullman organizzato dal Comune di Baronissi diretto a Medyka (Polonia) paese alla frontiera polacca a 70 chilometri da Leopoli (Ucraina). 

Il viaggio

Domani saliranno a bordo quarantadue profughi, donne e bimbi, che saranno poi ospitati da connazionali residenti o domiciliati a Baronissi o in comuni limitrofi. L’appuntamento con chi fugge dalla guerra è fissato domani, martedì, alla chiesa dei Santi Apostoli a Medyka. A bordo, oltre gli autisti, ci sono una infermiera ed una interprete, tutti volontari della associazione Il Punto che ha curato, insieme a tante altre organizzazioni di Baronissi, la raccolta solidale. Il pullman trasporta, nel suo viaggio di andata, abbigliamento termico, farmaci e sanitari, generi alimentari in scatola: tutto diretto ai soldati e ai volontari ucraini in guerra, a difesa del loro Paese. "Con l’occasione - dice il sindaco Gianfranco Valiante - ringrazio i tanti concittadini che hanno consentito  grande raccolta di materiale di ogni genere: segno di solidarietà vera e concreta". 

L'iniziativa a Caggiano

Dopo l’appello, da parte del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e del Ministero della Salute, per aiuti concreti al popolo Ucraino con la messa a disposizione di ambulanze attrezzate, la Protezione Civile G.O.P.I. ANPAS di Caggiano donerà una delle proprie ambulanze, da inviare in Ucraina per fronteggiare le necessità derivanti dal conflitto in corso. L’ ambulanza di tipo rianimativo è in fase di ultimazione con un allestimento adatto per scenari di guerra con attrezzature anche tecnologiche salvavita e presidi sanitari. Il completo equipaggiamento è stato acquisito grazie al contributo di diversi enti del territorio, tra i quali: la Fondazione Caritas Salerno, la Fondazione San Francesco d’Assisi di Oliveto Citra, il Rotary Club di Salerno Duomo, il Rotary Club Salerno 1949,
il Comune di Caggiano. Nei prossimi giorni, su indicazione del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, si effettuerà il trasferimento in territorio Ucraino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiuti per l'Ucraina, bus da Baronissi per accogliere donne e bambini

SalernoToday è in caricamento