rotate-mobile
Cronaca Vallo della Lucania

Parco nazionale Cilento, il bilancio 2011 della guardia forestale

E' il fenomeno degli abusi edilizi il reato più frequente tra gli oltre 300 controlli effettuati dagli uomini del coordinamento territoriale per l'ambiente agli ordini del vicequestore Fernando Sileo

Venticinque sequestri, novanta persone denunciate, settanta notizie di reato notificate all'autorità giudiziaria: questo il bilancio dei controlli eseguiti dal coordinamento territoriale per l'ambiente del corpo forestale dello Stato nel territorio del Parco Nazionale del Cilento e del vallo di Diano nel 2011. Il reato più diffuso, notano le giubbe verdi agli ordini del vicequestore Fernando Sileo, è quello dell'abusivismo edilizio, particolarmente diffuso in alcuni comuni della zona, da Camerota a Centola, da Casal Velino a Pollica, da Piaggine a Rofrano.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco nazionale Cilento, il bilancio 2011 della guardia forestale

SalernoToday è in caricamento