Covid-19: aumento dei casi in Campania e migliaia di rientri "a rischio", Polichetti (Fials) chiede misure drastiche

In 72 ore, fino alla mezzanotte di venerdì, complessivamente, 89 i nuovi contagi nella nostra regione, di cui 17 legati ai rientri e 9 alla mini zona rossa di Acerra

Preoccupazioni e timori crescono, negli ultimi giorni, nel nostro territorio, a causa del rialzo dei contagi da Covid-19, anche in Campania. Riflettori puntati, come è noto, sui rientri dall'estero nel nostro territorio, per i quali la Regione ha imposto l'osservanza della quarantena precauzionale, fino all'esito dei tamponi cui è necessario sottoporsi.

I dati

Nonostante tali misure precauzionali, tuttavia, in 72 ore, fino alla mezzanotte di venerdì, complessivamente, 89 i nuovi contagi nella nostra regione, di cui 17 legati ai rientri e 9 alla mini zona rossa di Acerra. In vista di nuovi rientri e nuove visite turistiche in questo caldo periodo di agosto (basti pensare che dal giorno 13 agosto, fino a ieri, risultano già 6.094 segnalazioni di rientri in Campania e 2.357 telefonate di informazioni ndr), dunque, esprime notevole preoccupazione il dottor Mario Polichetti, responsabile alla Sanità della Fials di Salerno che, notando comportamenti imprudenti e percependo "leggerezza" da parte di giovani e non solo in tema di norme anti-Covid, rivolge il suo appello al Governo, per scongiurare nuove drammatiche conseguenze legate alla pandemia.

Le segnalazioni

Numerose, intanto, le segnalazioni da parte dei lettori in merito a camerieri di noti bar e locali che continuano, in barba alla legge e al buon senso, a non indossare correttamente la mascherina (o a non indossarla affatto ndr) quando servono ai tavoli, e anche circa comitive di ragazzi che, in spiaggia e in strada, creano assembramenti senza indossare dispositivi di sicurezza o badare alle distanze, a tutto rischio per la propria e l'altrui salute.

L'appello del dottor Polichetti

"Faccio appello al Governo e alle istituzioni affinchè ricorrano a misure drastiche, necessarie se si valutano i dati dei contagi in aumento. In Lombardia così si è dato inizio al dramma: sottovalutando il problema.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Noto che i giovani sono colpiti dalla patologia: occorrerebbe, quindi, bloccare i rientri, far osservare la quarantena, chiudere alcune attività che favoriscono gli assembramenti e ritardare l'apertura della scuola che non è pronta alla ripartenza, proseguendo le attività lavorative, dove possibile, con lo smart working"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Restrizioni per le norme anti-Covid: Sal De Riso chiude i battenti, l'annuncio

  • Nuovo Dpcm, commercianti bloccano la strada a Nocera Inferiore: traffico in tilt

  • Covid-19, ordinanza di De Luca: resta il coprifuoco, confermata la Dad

  • Coronavirus, altri 262 casi positivi nel salernitano: i dati del Ministero

  • Scafati, alunne bendate durante l'interrogazione a distanza: parla il preside

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento