Coronavirus, carenza di mascherine: azienda di camicie pronta a produrle a Sarno

Intanto il Comune di Sant'Egidio del Monte Albino, su disposizione del sindaco Nunzio Carpentieri, ha ordinato la produzione di 5000 mila mascherine

Esplode il caso della carenza di mascherine anche in provincia di Salerno. In diverse strutture sanitarie del territorio gli strumenti di protezione stanno iniziando a scarseggiare e si teme per il picco di contagi da Coronavirus che dovrebbe – secondo le previsioni regionali – verificarsi in questa settimana.

L’azienda di camicie

Nell’agro nocerino sarnese, e in particolare nella città di Sarno, c’è un’azienda (la Confav Group srl) specializzata nella realizzazione di camicie sartoriali su misura che si dice pronta a produrre mascherine seppur non sanitarie. “La Confav Group srl è in attesa che il Governo, così come dichiarato, pubblichi il protocollo che autorizzi la produzione in Italia di mascherine non sanitarie per i cittadini e i lavoratori non sanitari. Pertanto – scrive il titolare Franco Lovi su Facebook - informiamo quanti ci stanno richiedendo la produzione di mascherine di stoffa che, al momento nostro malgrado, in assenza da parte del Governo delle necessarie autorizzazioni a cui sottoporle per l'omologazione, abbiamo ritenuto - nella salvaguardia della salute pubblica dell'intera collettività - non immettere in produzione un prodotto privo di qualsiasi efficacia contro il Covid-19. Restiamo tutti in attesa di imminenti disposizioni normative per la produzione delle Mascherine al fine di poterle donare alla nostra cittadinanza con la certezza di un prodotto effettivamente efficace contro il Covid-19”.

In arrivo primo carico a Sant’Egidio

Intanto il Comune di Sant’Egidio del Monte Albino, su disposizione del sindaco Nunzio Carpentieri, ha ordinato la produzione di 5000 mila mascherine. “Valuteremo la possibilità di ulteriori acquisti nei prossimi giorni. Ovviamente - precisa il primo cittadino - non si tratta di dispositivi Ffp 2 o Ffp3 e dunque non sicuri al 100%, ma in ogni caso possono costituire un elemento ulteriore di tranquillità e sicurezza. Ad ogni modo, voglio ribadire che purtroppo, per quanto costituiscano una piccola ulteriore difesa, neanche le mascherine sono in grado di garantire sicurezza totale contro l'infezione. Dunque l’unica arma che dobbiamo continuare ad utilizzare per arginare la diffusione del virus è quella di restare a casa, nella speranza di interrompere la catena del contagio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Pontecagnano

Intanto dal Vopi di Pontecagnano Faiano fanno sapere che alla guardia medica sono sprovvisti di mascherine e, dunque, sono impossibilitati ad intervenire sul territorio comunale. 

La guida >>> Quando si può uscire di casa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

Torna su
SalernoToday è in caricamento