menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid a Nocera Superiore, la denuncia di Ferrentino: "Piena emergenza"

"Picchi di contagio allarmanti, serve maggiore organizzazione da parte del Comune. Come movimento siamo pronti a fare la nostra parte per aiutare la comunità". Lo dichiara il presidente del Movimento Legalità e Trasparenza

Il Covid non dà tregua e si registrano contagi ad ondate in molte località della provincia di Salerno, in particolare nell'Agro. In merito all'emergenza Covid a Nocera Superiore, si registra la denuncia di Raffaella Ferrentino (movimento Legalità e Trasparenza): "Picchi di contagio allarmanti, serve maggiore organizzazione da parte del Comune. Come movimento siamo pronti a fare la nostra parte per aiutare la comunità".

I dettagli

"Stiamo vivendo una situazione particolarmente critica, con picchi di contagio preoccupanti e con un progressivo stress del sistema sanitario che è assolutamente necessario e urgente contenere - dice - Dobbiamo fare di tutto per frenare il virus e il Comune deve assumersi le proprie responsabilità. Siamo pronti,  come associazione, ad offrire il nostro aiuto come sentinella sul territorio, dando tutto l’impegno necessario. Purtroppo registriamo scarsa organizzazione nell’affrontare questa emergenza sanitaria. Non si conoscono le procedure di tracciamento, informazioni parziali sui contagi e assenza di informazioni sulla campagna vaccinale. Si chiede il rispetto delle regole base e comportamenti corretti. Lo dobbiamo a noi stessi e alla nostra città. Occorre pianificare, urgentemente, azioni concrete in grado di alleggerire l’emergenza sanitaria in corso e dare risposte ai cittadini. Le informazioni sui contagi non devono essere parziali. Suggeriamo di impiegare personale  dell’amministrazione a sostegno dell’attività di tracciamento dei contatti e della ricostruzione delle vie di contagio, dando vita ad una collaborazione responsabile nella più totale sicurezza. Sarebbe anche opportuno avviare uno screening di massa in grado di  identificare i positivi asintomatici.  Manca anche un supporto logistico e morale per chi vive da solo e malato di Covid. Personalmente, ricevo chiamate da persone che vivono sole che non sono supportati da nessuno e chiedono aiuto perché le istituzioni non rispondono. Una situazione davvero preoccupante e che vede ancora lontano la luce nel tunnel se si continua con tale improvvisazione ed irresponsabilità".  
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento