menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del caos

Un momento del caos

Disordini a San Matteo, al via il processo per 4 portatori e 16 fedeli

Come riporta La Città, per gli inquirenti i tre che guidavano la statua di San Matteo, R. A., C. E. e D. A., avrebbero inteso omaggiare con le "giravolte" delle paranze gli esponenti della famiglia Grimaldi uccisi nella guerra di Camorra

Partirà ad ottobre il processo sul caso dei disordini nella processione di San Matteo, davanti al giudice Cristina De Luca. Il sostituto procuratore Francesca Fittipaldi ha firmato il decreto di citazione diretta a giudizio per quattro portatori e altre sedici persone, individuate tra quelle che avevano "accolto" l'arcivescovo con fischi e insulti.

Le accuse sono vilipendio di un ministro del culto e turbamento di funzione religiosa. Inoltre, come riporta La Città, per gli inquirenti i tre che guidavano la statua di San Matteo, R. A., C. E. e D. A., avrebbero inteso omaggiare con le "giravolte" delle paranze gli esponenti della famiglia Grimaldi uccisi nella guerra di Camorra. Secondo una ricostruzione avallata dal procuratore capo Corrado Lembo, questa sarebbe stata la matrice della sosta a piazza Portanova, dove fu assassinato nel 1996 Berardino Grimaldi, quella di fronte al chiosco sul Lungomare, gestito dai Grimaldi e poco distante dal luogo dell'omicidio, nel 2002, del "vampiro" Lucio e l'altra in direzione di via Arce, che conduce al circolo di Porta Rotese dove fu trucidato nel 1998 Lucio Esposito, padre del paranziere Consolato, si legge sul quotidiano.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento