menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fotoreporter Guglielmo Gambardella

Fotoreporter Guglielmo Gambardella

Maltempo a Salerno: sottopassi chiusi e danni a scuole e impianti sportivi, disagi nel Vallo di Diano

Oltre ad alberi sradicati e allagamenti, non sono mancati danni a scuole e impianti sportivi: è necessario attendere che, condizioni climatiche permettendo, venga completata la ricognizione

Parte la conta dei danni causati dal maltempo che sta colpendo l'intera provincia. Alberi abbattuti e allagamenti stanno mettendo in ginocchio il territorio, capoluogo compreso. In particolare, ieri, super lavoro per il Nucleo Comunale della Protezione Civile di Salerno, guidato dal capitano Mario Sposito che ha provveduto alla chiusura dei sottopassi in città, avviando poi una ricognizione nelle zone più critiche, come via Panoramica, dove si sono registrati fortunatamente solo lievi smottamenti. A Salerno città, dunque, oltre ad alberi sradicati e allagamenti, non sono mancati danni a scuole e impianti sportivi: è necessario attendere che, condizioni climatiche permettendo, venga completata la ricognizione sul territorio per conoscere eventuali nuovi provvedimenti precauzionali per la tutela dell'incolumità pubblica.

Tromba marina

Frana a Sacco

La situazione in provincia

Nella tarda serata di ieri, particolari disagi anche a Salvitelle, dove fango e detriti si sono riversati sulla strada provinciale ex S.R. 94 in località “Torriciello”. Sul posto, immediato l'intervento degli addetti comunali e del sindaco Maria Antonietta Scelza che, in collaborazione con la Provincia, hanno provveduto alla rimozione della colata di fango. Intanto, a Teggiano, precisamente nella frazione di Prato Perillo, si sono registrati copiosi allagamenti lungo le strade, tombini esplosi e, come riporta Ondanews, anche una vera e propria cascata d’acqua sulla scalinata di Largo Santissima Annunziata. Inoltre, il Campo sportivo “Marco Fusco” in via Due Madonne, a San Marco, è stato devastato dalle piogge ed è perfino crollato il muro di contenimento della struttura. Strade trasformate in veri e propri fiumi, intanto, lungo la costa da Sapri a Capaccio, dove il Sele è esondato nei pressi della foce, ma per fortuna senza gravissimi danni. Si raccomanda prudenza.

Sgombero a Nocera

Danni a Salerno

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordinanze e zone: Speranza ha firmato, la Campania da lunedì è rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento