rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Chiude l'ospedale Da Procida: "A rischio licenziamento i lavoratori della Meridionale Servizi"

La Fiadel Salerno ha dichiarato lo stato d'agitazione dei lavoratori e nel contempo chiede l'intervento della Prefettura per convocare le parti

Quattordici maestranze della Meridionale Servizi saranno licenziate, dal 12 aprile, a causa della chiusura della struttura ospedaliera “Da Procida” e della sua trasformazione in un Polo della Riabilitazione. A comunicarlo ai dipendenti la stessa società, ma la notizia è stata diffusa oggi dalla Fiadel Salerno. 

La protesta 

Il segretario generale del sindacato Angelo Rispoli spiega: “Premesso che, in violazione di quanto disposto dal contratto collettivo nazionale di lavoro, non vi è stata alcuna comunicazione preventiva. Premesso che questo licenziamento, se posto in essere, assume una gravità inaudita, al momento non vi è stato alcun incontro né con la direzione sanitaria del Ruggi, né con la Colser, la ditta capofila dell'appalto, ma solo un incontro, tenutosi l’8 aprile, con la ditta Meridionale Servizi che ha riconfermato i licenziamenti”.

Per questo motivo, la Fiadel Salerno ha dichiarato lo stato d'agitazione dei lavoratori e nel contempo chiede l'intervento della Prefettura per convocare le parti. “Serve un confronto con la direzione ospedaliera del Ruggi, la ditta Colser quale capofila dell'appalto e la società Meridionale Servizi appaltatrice e responsabile dei licenziamenti. Il tutto al fine di far rientrare i licenziamenti o chiedere la ricollocazione dci lavoratori. L’opera di queste maestranze è un servizio importante per la comunità e dunque non vogliamo arrivare allo sciopero. Ma se non avremo risposte verrà attuato con tutti i lavoratori dell’intera azienda Ruggi. Serve chiarezza sul futuro delle maestranze e dell’appalto” conclude Rispoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude l'ospedale Da Procida: "A rischio licenziamento i lavoratori della Meridionale Servizi"

SalernoToday è in caricamento