rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Nocera Inferiore

Sanità in crisi: a Nocera pochi ortopedici, a Battipaglia mancano infermieri in Pediatria

Continua a pesare la grave carenza di personale in diversi ospedali anche della provincia di Salerno

Ancora disagi negli ospedali della provincia di Salerno. A Nocera Inferiore si registra da tempo una grave carenza di personale, a partire dal Pronto Soccorso. Ultimamente a mancare sono gli ortopedici: già, perché gli specialisti sono disponibili per quattro giorni a settimana, poiché il martedì e il venerdì fanno il turno in sala operatoria. Tale circostanza crea inevitabilmente disagi ai pazienti che intendono farsi visitare per problemi di natura ortopedica classificati come differibili.

Nella Piana del Sele

Criticità si registrano anche all’ospedale “Santa Maria della Sperenza” di Battipaglia, in particolare nel reparto di Pediatrica. La Cisl Fp, infatti, segnala la grave carenza di personale nell’U.O. di Pediatria dell’Ospedale di Battipaglia. Nello specifico, preme evidenziare che la degenza è attiva per 10 posti letto con un organico di 10 unità infermieristiche sulle 24 h, distribuite due per ogni turno” .Una situazione da tenere in considerazione poiché “la Pediatria oltre all’attività ordinaria, svolge attività di Pronto Soccorso Pediatrico in consulenza ovvero trasferimenti dei pazienti presso altre Aziende del territorio regionale”. “Allo stato – prosegue la nota – la situazione risulta inaccettabile dato che di frequente a seguito di numerosi accessi di Pronto Soccorso e trasferimenti, vengono disposti ordini di servizio al personale in turno con consequenziale riduzione del personale infermieristico che da due unità passa a una unità per dieci degenti, oltre che a gestire accessi di P.S. all’esterno del reparto, che talvolta rimane sprovvista di personale”.

L’appello del sindacato

“Da ultimo, preme altresì evidenziare che altri presidi afferenti al DEA, hanno attivato una convenzione, per tutte le unità operative, con ditte esterne per l’effettuazione dei trasferimenti. Per la qual cosa, la scrivente organizzazione fa espressa richiesta di un’ulteriore unità infermieristica per turno, affinché si possano contemperare i Livelli Essenziali di Assistenza, ovvero l’attivazione di una convenzione esterna per i trasferimenti, al fine di non disperdere le professionalità già in forte carenza presso il nosocomio”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità in crisi: a Nocera pochi ortopedici, a Battipaglia mancano infermieri in Pediatria

SalernoToday è in caricamento