rotate-mobile
Cronaca Pagani

Pagani, giovane picchiato e sequestrato dopo uno "sgarro" al clan

A ricostruire l’episodio, risalente al 2020, è Rosario Giugliano, boss di Poggiomarino oggi collaboratore di giustizia

Picchiato e sequestrato per avere custodito un carico di droga senza l’autorizzazione del clan locale “Fezza-De Vivo”. È quanto accaduto ad un giovane di Nocera Inferiore.

Il fatto

A ricostruire l’episodio, risalente al 2020, è Rosario Giugliano, boss di Poggiomarino oggi collaboratore di giustizia. Il giovane, secondo il racconto fornito all’Antimafia da Giugliano, si sarebbe “permesso” di fornire appoggio logistico ad un clan napoletano custodendo un carico di stupefacenti in un garage a Pagani. “Per questa mancanza di rispetto – ha continuato il collaboratore di giustizia – era stato sequestrato, picchiato e messo sotto estorsione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, giovane picchiato e sequestrato dopo uno "sgarro" al clan

SalernoToday è in caricamento