rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Sant'Arsenio

Rifiuti tossici nel Vallo di Diano? L'appello di Valiante e Amato alla Regione

Sopralluogo congiunto delle commissioni regionali “Anticamorra” ed “Ecomafia”, ieri, nelle aree del Vallo di Diano sospette di inquinamenti ambientali ed interramenti di rifiuti tossici

Sopralluogo congiunto delle commissioni regionali “Anticamorra” ed “Ecomafia”, ieri, nelle aree del Vallo di Diano sospette di inquinamenti ambientali ed interramenti di rifiuti tossici. Le commissioni presiedute rispettivamente da Gianfranco Valiante e Antonio Amato e a cui hanno partecipato i consiglieri regionali Anna Petrone e Gennaro Mucciolo insieme a sindaci ed amministratori dei comuni del Vallo di Diano, del presidente della Comunità Montana Raffaele Accetta, dei tecnici, del dirigente Arpac Scoppa, di associazioni e cittadini, quindi, hanno accuratamente visitato i siti interessati in località  Sannizzi e Buco Vecchio (Sant’Arsenio), Tempa Cardona (S.Pietro al Tanagro), Via Larga (San Rufo). Al termine del conclusivo incontro tenuto presso il comune di Sant’Arsenio alla presenza di tutti i partecipanti, le commissioni hanno sottolineato la necessità che la Regione Campania proceda ad incaricare immediatamente l’Arpac ad eseguire, nelle aree interessate, indagini e carotaggi al fine di verificare la eventuale presenza di rifiuti e di definirne la natura e la pericolosità. Sempre l'Arpac è stata, intanto, incaricata di definire un piano di azione che fissi tempi e natura degli interventi.

Le commissioni, inoltre, hanno assunto l’impegno di compulsare la giunta regionale affichè renda disponibili le risorse necessarie alle indagini tecniche e, nella non auspicabile ipotesi di esito positivo, reperisca risorse per immediate azioni di bonifica del territorio. “Siamo stati mossi dalla necessità di conoscenza della verità. Abbiamo tutti il dovere di fare luce sulla portata di un fenomeno che ha scosso la provincia di Salerno: il fatto, agli onori della cronaca, non va assolutamente sottovalutato e per questo saranno esperite tutte le indagini del caso", hanno fatto sapere Valiante e Amato. "Vogliamo tutti conoscere la reale condizione delle aree che abbiamo visitato e al tempo stesso rifuggiamo da facili allarmismi che sarebbero devastanti per la già fragile economia locale e per la immagine del Vallo di Diano e della provincia salernitana", hanno concluso i presidenti delle Commissioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti tossici nel Vallo di Diano? L'appello di Valiante e Amato alla Regione

SalernoToday è in caricamento