menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa tra detenuti nella casa circondariale di Fuorni, gip firma ordinanza bis

Il Riesame aveva annullato l'ordinanza di arresto, la prima, per mancanza di prove. Nei giorni scorsi, il gip del tribunale ha disposto un nuovo provvedimento per gli indagati

Rissa in carcere, ordinanza bis per 13 detenuti che avevano disordini e situazioni di pericolo ad aprile scorso, nel carcere di Fuorni. Il Riesame aveva annullato l'ordinanza di arresto, la prima, per mancanza di prove. Nei giorni scorsi, il gip del tribunale ha disposto un nuovo provvedimento per gli indagati. Tra le persone maggiormente attenzionate, in tre sono appartenenti ad un clan della periferia di Napoli.

L'indagine

A seguire alcuni di Pagani e altre zone della provincia di Salerno. Vi è una maggiore motivazione nel nuovo provvedimento, riguardo le posizioni dei singoli detenuti, con le loro responsabilità e i ruoli esercitati registrati durante l'episodio. Molti degli indagati sono salernitani, con accuse che vanno dalla resistenza a pubblico ufficiale a lesioni, danneggiamento e furto. Secondo le indagini, all'origine dell'aggressione ve ne fu una precedente subita da un detenuto napoletano, il giorno prima, da alcuni detenuti della sezione B - al secondo piano della casa circondariale. Il 5 aprile scorso, il gruppo di napoletani aggredì un detenuto salerintano per vendicare l'accaduto. Alcuni di loro erano armati di bastoni e distrussero alcuni tavoli, per poi pestare il salernitano e dopo essersi scagliati contro la polizia penitenziaria. Da lì la reazione dei salernitani, con una guerriglia tutta interna al carcere commessa anche a discapito degli agenti e della direttrice della casa circondariale. Uno di loro sottrasse anche le chiavi ad un agente, per far uscire i compagni dalle celle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento