Cronaca

Spiagge libere ridotte a Salerno, scoppia la polemica: "Cittadini non tutelati"

A farsi portavoce delle lamentele dei residenti è il gruppo “Spiagge libere” di Coraggio Salerno che chiede all'Amministrazione comunale di tutelare l'accesso libero al mare

Esplode la polemica sulle spiagge libere promesse dall’Amministrazione comunale in vista della stagione estiva. Gli spazi, infatti, soprattutto nella zona orientale, si sarebbero ridotti per via di ulteriori concessioni agli stabilimenti balneari. 

La denuncia

A farsi portavoce è il gruppo “Spiagge libere” di Coraggio Salerno, che – spiega sui social uno dei promotori Mattia Cirino – “si sta battendo per garantire alle cittadine e ai cittadini di Pastena e Mercatello la possibilità di godersi la prima estate con il nuovo arenile, senza doversi piegare alle logiche di speculazione economica, proposte da questa amministrazione”. Poi si domanda: “Dov'è il rispetto per la cittadinanza che non può permettersi più di 1000 euro a testa per l'acquisto di un tesserino dei lidi?. Dov'è l'applicazione delle regole basilari per l'accesso al mare?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge libere ridotte a Salerno, scoppia la polemica: "Cittadini non tutelati"

SalernoToday è in caricamento