Scuole comunali ad Agropoli: le rassicurazioni del sindaco Coppola

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

«A due giorni dall'inizio dell'anno scolastico 2018-2019, vorrei rassicurare genitori, alunni e personale scolastico sullo stato di sicurezza delle scuole comunali. Come ogni anno, abbiamo dato mandato a più tecnici affinché procedessero con il compiere le verifiche statiche e sismiche degli edifici scolastici di proprietà comunale. Dai riscontri, è venuto fuori che i plessi analizzati rispettano i criteri di staticità stabiliti dalle norme dello Stato. Solo in un caso, la scuola “Scudiero” di via Verga, che ospita la scuola elementare dell'Istituto comprensivo San Marco, le verifiche non ci avevano convinto e abbiamo ritenuto di approfondirle. Abbiamo infatti affidato all’ingegnere Niggio Bonadies di compiere ulteriori verifiche sul plesso e non ci fermeremo neanche a questo, perché siamo già pronti a chiedere di fare ulteriori accertamenti ad un luminare nel campo dell’ingegneria, proprio per essere scrupolosi al massimo ed essere certi di poter mandare i nostri figli in una scuola sicura. Per questo motivo, solo in questo caso, le lezioni riprenderanno con alcuni giorni di ritardo (la tempistica esatta verrà comunicata tempestivamente) fino all'esito delle nuove verifiche disposte. Per le altre scuole quindi, il via alle lezioni resta confermato quello previsto da calendario regionale, mercoledì 12 settembre. Per completezza poi, voglio sottolineare che esiste una questione relativa alla sismicità, così come accade per la maggioranza degli edifici pubblici e privati costruiti alcuni decenni fa, ma essendo Agropoli, zona a rischio sismico 3, quindi basso, tale situazione non pregiudica in alcun modo la sicurezza degli edifici. Sull’argomento scuole, nel pomeriggio di oggi si è svolta una Commissione tecnica ad hoc, che è stata aperta anche ai genitori. In tale sede, l’ingegnere Bonadies ha chiarito i dubbi, rispondendo puntualmente ad ogni istanza sollevata. Voglio fare quindi un appello a tutti a stare tranquilli: sono padre anche io e i miei figli frequentano le scuole cittadine e mai mi sognerei di dare il via libera all'ingresso a scuola se solo avessi anche il minimo sentore di mettere a rischio la sicurezza loro e di quella dei miei concittadini».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento