menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luci d'Artista alla Villa Comunale

Luci d'Artista alla Villa Comunale

Luci d'artista, nel week end code e disagi per gli automobilisti

Week-end di fuoco, quello appena trascorso, per gli automobilisti in giro per la città. Zone "nere" per il traffico, il centro cittadino e Torrione

Stress, traffico e nervi a fior di pelle, per cittadini e visitatori al volante, sabato e domenica. A sollevare l'umore degli automobilisti, solo il chiarore delle Luci d'Artista che, tra il rosso di un semaforo e una lunghissima coda di auto, dava loro conferma che fosse valsa la pena di raggiungere il centro al volante, nel week-end. Attese di ore, per quanti hanno pensato di parcheggiare la propria vettura a via Roma e sul lungomare Trieste. Iniziando da via dei Principati e da Torrione, lato lungomare, il "serpentone" di auto ha paralizzato mezza città. Qualcuno ha pensato bene di fare dietro-front fuggendo per il viadotto Gatto che, nel senso di marcia opposto, diretto al centro cittadino, appariva ugualmente "intasato".

Sospiri continui e clacson "a intermittenza", dunque, hanno caratterizzato le strade del centro, mentre i pochi fortunati riusciti a scendere dall'auto dopo ore di fila, hanno iniziato il proprio tour tra le Luci d'Artista già stanchi, dopo aver impiegato energie ed entusiasmo alla ricerca di un posto auto. Una lotta all'ultimo sangue, in particolare, sul lungomare Trieste, sabato sera, dove due salernitani hanno alzato i toni per contendersi l'unico "buco" sulle strisce blu per sostare la propria auto, finchè il meno nervoso ha desistito.

Non solo dalla provincia, ma moltissimi i residenti di Salerno città che, nonostante gli inviti dell'amministrazione a passeggiare a piedi, lasciando a casa la propria autovettura per evitare ingorghi, non hanno resistito a mettersi al volante, trasformando quella che poteva essere una piacevole passeggiata, in un vero e proprio incubo.

Tra i tanti visi nervosi, a spiccare i sorrisi di una famiglia avellinese che, godendosi lo spettacolo delle Luci d'Artista nella Villa Comunale, ha svelato il suo segreto anti-stress: "Abbiamo raggiunto il centro alle ore 17, proprio per evitare di incolonnarci nel traffico: la nostra strategia ha funzionato e stiamo vedendo le Luci d'Artista come programmato", raccontano. Il picco più alto di traffico, in effetti, è stato raggiunto poco dopo le ore 18, ma è proseguito fino alla tarda serata.

Non resta che attendere l'attivazione delle navette che trasporteranno i turisti dall'Arechi al centro cittadino ogni 10 minuti e che è prevista per fine novembre. Nonostante l'esperimento fallimentare di qualche anno fa, infatti, quella delle navette appare l'unica strategia anti-ingorgo messa in campo dall'amministrazione, per "salvare" il Natale degli automobilisti salernitani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento