Urla e tensione nell'atrio del Duomo: donna va in escandescenza

E'accaduto durante la suggestiva accensione delle luci natalizie: urla contro il clero e la chiesa cattolica. Sono intervenuti il parroco del Duomo e altre persone per allontanare la donna che inveiva

Foto di Antonio Capuano

Urla e tensione in Cattedrale, durante la suggestiva cerimonia dell'accensione delle luci natalizie. Mentre tutti erano impegnati ad ammirare il gioco di colori, una donna ha cominciato ad urlare creando scompiglio. Urla contro il clero e la chiesa cattolica. Sono intervenuti il parroco del Duomo, don Michele Pecoraro, e altre persone per allontanare la signora che inveiva.

Luci e colori

Dopo alcuni minuti di tensione di imbarazzo, l'evento è poi proseguito senza ulteriori intoppi. Lo spettacolo di luci ha incantato il pubblico che si è assembrato nell'atrio del Duomo di Salerno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Covid-19: altri 3 contagi in provincia di Salerno, il bilancio dei positivi

  • Belen in Costiera, "salto" a Ravello e degustazione dei dolci di Pansa

  • Covid-19, contagiata una bimba di Pontecagnano

  • Covid-19: sette nuovi contagi in Campania, il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento