XXXI via crucis in costume d’epoca

La rappresentazione sacra si terrà lungo le vie del Centro Storico di Salerno il25 marzo 2018, Domenica delle Palme

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Organizzata dalla Parrocchia di Santa Maria delle Grazie e di San Bartolomeo, in sinergia con le parrocchie del Volto Santo e Medaglia Miracolosa e in collaborazione con l’amministrazione comunale, si svolgerà, il 25 marzo, Domenica delle Palme, lungo le vie del Centro Storico di Salerno, la XXXI edizione della Via Crucis in costume d’epoca. L’evento, il cui intento è quello di rievocare e far rivivere i momenti fondamentali della passione di Gesù, dal bacio traditore di Giuda al processo davanti al Sinedrio, dalla condanna a morte pronunciata da Pilato fino alla morte in croce, avrà inizio alle 18.30 con la scena dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme in piazza Flavio Gioia, per concludersi con la processione che accompagna Gesù morto da Piazza Abate Conforti, luogo della crocifissione, fino alla Chiesa di S. Maria delle Grazie dove sarà, poi, possibile sostare in adorazione del Cristo. La manifestazione, dal profondo significato religioso e popolare, nasce nel 1983, in piena fase post terremoto, con l’intento non solo di rievocare la Passione di Cristo, ma anche far conoscere e rivalutare la ricchezza storico-artistica di un centro storico ferito dal terremoto e abbandonato dai suoi abitanti. Ma inizialmente la rievocazione, che per problemi organizzativi, nell’arco della sua storia, non si è tenuta per alcune edizioni, toccava solo le strade contigue la parrocchia organizzatrice, in particolare Via Tasso e Largo San Tommaso D’Aquino, piazza dove si affaccia la chiesa di San Domenico, ed era poco seguita anche perché poco conosciuta; è riuscita poi, man mano, a coinvolgere altre parrocchie, snodandosi, adesso, per quasi tutto il centro storico cittadino, nel frattempo rinato a nuovo splendore, e ad arricchirsi sia da un punto di vista scenografico che nei dialoghi tra i protagonisti. Nelle ultime edizioni particolare cura è stata prestata sia alla scena del processo religioso, dove è stato approfondito il dialogo tra i sommi sacerdoti, sia alla disposizione scenografica dei personaggi nell’Orto degli ulivi. Ormai è una manifestazione consolidata: coinvolge oltre 130 figuranti, molti dei quali impegnati nella rievocazione sin dalle prime edizioni, e si contraddistingue per la fedeltà dei costumi, la suggestiva atmosfera che ricrea tra i vicoli del cuore antico della città, la cura nella scelta degli scorci del centro storico più adeguati alle varie scene. Ed è palpabile l’emozione tra i sempre più numerosi spettatori che ogni anno fanno da cornice alla Via Crucis, provenienti anche da fuori città, desiderosi di rivivere uno dei momenti religiosi più intensi dell'anno liturgico cristiano, nello scorgere, tra i tanti, la figura di Armando Giordano nei panni di Pilato, il volto sofferente sotto il peso della croce di Fabio Lamberti che interpreta Gesù, i dolci lineamenti di Maria Grazia Torraca, nelle vesti della Madonna, la fierezza di Rosario Giordano come comandante dei soldati ebraici e di Pasquale Senatore, centurione romano. Accanto a loro i tanti ragazzi delle comunità parrocchiali del Volto Santo e della Medaglia Miracolosa oltre a quelli della comunità organizzatrice, che, insieme alle donne e agli uomini, interpreteranno il popolo. Paola Pedullà

Torna su
SalernoToday è in caricamento