Nasce "Più Italia", gli aderenti del Vallo di Diano: i primi nomi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Dobbiamo tornare a fare politica in mezzo alla gente, stanca delle solite chiacchiere e dei pochi fatti”. Il presidente nazionale Più Italia Fabrizio Pignalberi di ritorno dal suo viaggio in Campania, traccia la rotta di quello che sarà l’imminente futuro di un gruppo in crescita e di un movimento politico che sta riscuotendo consensi in tutto il Paese. Così è stato anche in Campagnia, dove la formazione di Pignalberi, al termine di una giornata caratterizzata da una serie di confronti, si è arricchita di nuovi ingressi che vanno ad aggiungersi a una compagine già composta di nomi eccellenti. Al progetto hanno detto sì: il consigliere comunale di Atena Lucana Francesco Bellomo, entrato nell’esecutivo nazionale e al quale è stato conferito dal presidente Fabrizio Pignalberi l’incarico di responsabile di tutta l’area del Vallo di Diano, Giuseppe Coiro di Sant’Arsenio, Nicola Darelle di Sala Consilina, Ciro Esposito di Atena Lucana e Domenico Russo di Teggiano.  “Rientriamo dal viaggio in Campania – ha aggiunto Pignalberi – più ricchi dal punto di vista emotivo e di consensi. Il confronto con la gente e con la parte politica è stato costruttivo e alla pari. Ci siamo seduti al tavolo con diverse compagini politiche presenti in Consiglio comunale, con le quali abbiamo condiviso quelle che sono le problematiche del territorio. Dal lavoro che manca al turismo che stenta a decollare. Non abbiamo fatto nessuna promessa, solo l’impegno a collaborare tutti insieme nel rilancio di una terra che soffre perché abbandonata da quella parte di politica chiamata a dare delle risposte”.

Torna su
SalernoToday è in caricamento