rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Calcio

Ederson infiamma, Pasalic riprende la Salernitana: punto d'oro a Bergamo

La sponda sontuosa di Djuric e la perla del brasiliano nel primo tempo, Bersagliera acciuffata all'89'. La squadra di Nicola è viva, ottiene un pareggio pesante in casa della Dea lanciata verso l'Europa e adesso si prepara al doppio faccia a faccia contro Venezia e Cagliari

E' una Bersagliera ardita, orgogliosa e fiera, è una squadra strappa lacrime e applausi, nel giorno del compleanno del diesse Walter Sabatini. Finisce 1-1 al Gewiss Stadium ma la Salernitana è bella, viva, stanga e corre, mette alle corde a più ripresa l'Atalanta che sentiva odore di Europa. La sponda sontuosa di Djuric e la perla del brasiliano nel primo tempo sono lo splendore sotto gli occhi dei duemila che affollano il settore ospiti. Poi Pasalic gela la Salernitana ma non la classifica, che vive delle fortune proprie, perché la Salernitana va a prendersi il destino in faccia, con una partita a tutto gas.

La tattica

Davide Nicola decide di ovviare all'assenza del mancino Ranieri schierando un altro mancino, Ruggeri, sul centrosinistra, in linea con Fazio e Gyomber. I quinti sono Mazzocchi e Zortea, il terzetto a centrocampo è composto da Lassana Coulibaly, Bohinen e Ederson, in attacco Verdi vince il ballottaggio con Bonazzoli e si piazza vicino a Djuric.

La cronaca

Slalom di Scalvini, tiro centrale: si "accartoccia" Sepe (8'). La Salernitana replica all'11': buona combinazione sulla trequarti, percussione e rasoterra di Lassana Coulibaly, che Musso blocca in tuffo. Poi è Ederson, al 15', a saggiare i riflessi del portiere atalantino. La Dea accelera con la freccia Boga e tiene Zapata sul filo dell'offside. Quando il pallone filtra, al 16', ci vuole il migliore Gyomber per arpionare il pallone destinato alle zolle di Duvàn. Brividi al 19': percussione di Freuler, Sepe la respinge di petto, Zapata non ci arriva a rimorchio. La partita è gradevole, la Salernitana sfonda a destra. Cross di Verdi, respinge la difesa orobica, Lassana in splendida coordinazione, al volo da fuori area, ma il pallone è centrale e finisce tra i guanti di Musso.

Gol Salernitana

La partita si sblocca al 27'. Lassana si invola e subisce fallo. Calcio di punizione e respinta facile della difesa atalantina. Pare azione finita e invece Mazzocchi la ravviva, perché ha l'intelligenza di fiondare verso Djuric che di testa indirizza dalle parti di Ederson. E' un rigore in movimento: il brasiliano, in spaccata, non sbaglia. I granata potrebbero addirittura raddoppiare. Minuto 35, Mazzocchi fa viaggiare Verdi che inventa il traversone per Lassana Coulibaly. Il centrocampista, però, non ha freddezza e lucidità per piazzare la zampata vincente.

La ripresa

L'Atalanta sceglie la soluzione ultra offensiva: fuori Scalvini, al suo posto Pasalic. Fuori anche Demiral, ammonito.Lo rimpiazza Djimsiti. E' subito Salernitana: profondità per Bohinen che di sinistro scuote i guanti di Musso (3'). Contrattacca la Dea, guadagna un calcio d'angolo e porta Palomino vicino al gol (5'). Ci va vicissima, invece, la squadra di Nicola al 6', quando un sontuoso Ederson percorre trenta metri di campo, palla al piede, invita al cross Mazzocchi e il suo fendente meraviglioso trova Coulibaly appostato a centro area. Colpo di testa immediato ma Musso è prodigioso: tuffo sulla propria destra, all'angolo basso. In un minuto la Salernitana costruisce altre due clamorose palle gol: dapprima scappa via Verdi, forse è troppo defilato sulla sinistra ma indirizza comunque verso lo specchio. Musso ci mette il piede e salva la Dea. Poi è pregevole lo "scarico" per Djuric che difende il pallone da prezioso "pivot" e manda in porta Ederson. Tiro immediato ma mira imprecisa. Reagisce la Dea: tiro di Maehle, da poco entrato: Sepe ci mette i pugni. Poi alza bandiera bianca Ruggeri: al suo posto Gagliolo. Djuric è stremato. Lascia il campo al 33' della ripresa, al suo posto Bonazzoli. Tris di cambi: Mousset per Verdi, Dragusin per Mazzocchi, Kastanos per Ederson. Al 44' la beffa: Pasalic, scattato sul filo dell'offside, gela Sepe. 1-1. Ci prova subito Bohinen ma blocca a terra Musso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ederson infiamma, Pasalic riprende la Salernitana: punto d'oro a Bergamo

SalernoToday è in caricamento