rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Sport

Vergogna Salernitana-Nocerina, fermati 20 tifosi rossoneri: l'appello di Lega Pro

Il Primo cittadino di Nocera Inferiore, Torquato ha preso distanze dalla scelta di impedire la trasferta ai tifosi ospiti. Ma il Casms ha precisato: "La scelta è stata condivisa anche dai sindaci"

Sono stati identificati venti tifosi ed a breve toccherà anche ad altri: farebbero parte del gruppo di oltre duecento violenti che ieri hanno minacciato i calciatori rossoneri, gettando un manto di vergogna sul derby farsa  Salernitana-Nocerina. Nei loro confronti si sta valutando l'adozione del provvedimento di Daspo e potrebbe essere contestata anche l'accusa di violenza privata.

Amarezza e sconcerto in Federcalcio, mentre gli uomini della Procura federale hanno interrogato dirigenti e tesserati della Nocerina e il loro rapporto finirà sul tavolo degli Organi giudicanti. Quasi scontate, dunque, sanzioni molto pesanti per società e tesserati. "Vergogna assoluta'', ha sbottato il direttore generale di Lega Pro Francesco Ghirelli che ha anche auspicato una risposta adeguata dalla giustizia sportiva, invitando dirigenti e calciatori ad ''assumersi le proprie responsabilita''.

Legapro si costituirà parte civile nei procedimenti penali che si dovessero istruire e chiederà i danni.  Il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato ha detto: ''Rispetto il questore, ma con le necessarie cautele e misure di ordine pubblico la gara poteva essere una festa di popolo''. Il Viminale, attraverso il Casms, ricorda però che la scelta di impedire la trasferta ai tifosi ospiti era stata ampiamente condivisa da tutti, sindaci compresi. Le indagini, intanto, proseguono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vergogna Salernitana-Nocerina, fermati 20 tifosi rossoneri: l'appello di Lega Pro

SalernoToday è in caricamento