Lo sport e il passaporto ematico: la Fondazione Polito premia Marchisio

All'ex giocatore della Juventus è stato assegnato il premio "Andrea Fortunato - lo sport è vita". La fondazione si batte per i controlli ematici obbligatori estesi a tutti gli sport, a tutte le categorie. Premiato anche il centrocampista Di Tacchio: ha ritirato un delegato della Salernitana

Claudio Marchisio, ex centrocampista della Juventus, è stato insignito oggi, 4 dicembre a Roma (sala giunta del Coni) del premio "Andrea Fortunato-lo sport è vita". Gliel'hanno consegnato (foto) Monica Martuscelli ed Elena Polito, vice presidente e segretaria della Fondazione Polito di Santa Maria di Castellabate. La fondazione si batte da anni per l'introduzione del passaporto ematico: chiede di estendere i controlli ematici a tutti gli sportivi di tutte le discipline, allo scopo di prevenire l'insorgere di malattie terribili, su tutte la leucemia, che hanno già stroncato la vita e la carriera di giovani atleti, tra i quali il salernitano Andrea Fortunato. Il Passaporto Ematico, intitolato ad Andrea Fortunato, Flavio Falzetti, Piermario Morosini e Carmelo Imbriani, mira, dunque, ad inserire anche gli esami ematici tra quelli attualmente previsti come obbligatori per ottenere l'idoneità sportiva. 

La cerimonia


Il presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente Davide Polito, il Cavaliere Gianni Letta, già sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Franco Locatelli, primario di oncoematologia presso l’Ospedale Bambino Gesu’ di Roma, il Direttore Ordinario di Cardiologia presso l’Università La Sapienza di Roma Francesco Fedele, i medici  dello sport Alfonso De Nicola e Catello Di Somma, il consulente amministrativo Domenico De Roberto hanno discusso dell'importanza della prevenzione e dell'impegno del mondo politico, medico e sportivo nazionale nel corso di un incontro-dibattito, moderato dal giornalista Roberto Guerriero, che si è concluso con la consegna dei riconoscimenti a personaggi del mondo della medicina e dello sport. 
 

L'elenco dei premiati

I PREMIO FIORAVANTE POLITO, dedicato a Fiorello Polito, prematuramente scomparso: Morgan De Sanctis

CATEGORIA LO SPORT E' VITA: Claudio Marchisio
CATEGORIA NO AL RAZZISMO: Amadou Diawara
CATEGORIA MEDICINA: Prof. Franco Locatelli – Catello Di Somma
CATEGORIA GIORNALISTI: Marco Nosotti e Gianfranco Coppola
CATEGORIA ALLENATORI: Eugenio Corini 
CATEGORIA  CALCIO E SOLIDARIETA'  Fabrizio Castori , Francesco Di Tacchio (ha ritirato un delegato della Salernitana).
CATEGORIA PRESIDENTE: Maurizio Setti
CATEGORIA IMPEGNO SOCIALE: Raffaele Pucino  – Giuseppe D’Agostino 

CATEGORIA LIBRI: Il Capitano – La Storia di Donato Vestuti- Franco Esposito e Roberto Guerriero
CATEGORIA SPORT E FEDE: Mara Santangelo
CATEGORIA CORAGGIO E TENACIA: Giuseppe Russo
CATEGORIA CLUB: Juventus Club Andrea Fortunato Angri
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

  • Zona Rossa: Salerno al setaccio, nei guai titolari di locali e cittadini

Torna su
SalernoToday è in caricamento