Pisa - Salernitana 0-1: Rosina espugna il bunker toscano. Play off a - 2

Con un tap in del capitano la squadra granata centra la quarta vittoria consecutiva. Ora l'undici di Bollini vede la zona play off. Tifosi in tripudio

Foto di Gianfranco Iuliano

La Salernitana espugna anche l'Arena Garibaldi di Pisa e si candida prepotentemente in zona play off. Dopo aver condotto per oltre un'ora di gioco una gara prudente (forse troppo) e diligente, Rosina entra e assesta la zampata vincente che regala tre punti pesantissimi sia in chiave salvezza (oramai una pura formalità) che in ottica play off, consacrando la Salerntiana a formazione più in forma della cadetteria. A inizio gara, Bollini fa palpitare i tifosi dell'ippocampo schierando dal 1'Joao Silva (tanta volontà da parte del portoghese, ma la qualità delle giocate è davvero mediocre), ciò nonostante i suoi ragazzi non soffrono mai l'aggressività della squadra di Gattuso. Nella ripresa invece il trainer cala l'asso Rosina che ripaga immediatamente il tecnico con una giocata da vero opportunista d'area. Difesa anche quest'oggi granitica, Minala in versione monstre domina la mediana, Coda invece sempre un gigante. Una nota a parte merita il capitano: dopo la polvere delle panchine, come l'araba fenice, risorge dalla sue ceneri e torna protagonista. Finalmente! 

LA CRONACA – Parte bene la Salernitana che già al 1’, con Joao Silva, si rende pericolosa dalle parti di  Ujkani, il puntero portoghese però (a sorpresa nell’undici base) è lento nel concludere a rete. Pochi istanti dopo, un errore grossolano della linea mediana pisana per poco non favorisce l’incursione di Coda, la difesa nerazzurra però recupera e respinge il pericolo. Con il trascorrere dei minuti, il Pisa prova a mettere la gara sul piano della grinta, la Salernitana però regge l’impatto e alza il pressing per rendere meno fluida la manovra di Masucci e compagni.  Al 20’, primo squillo di marca toscana, con una conclusione di Verna che Gomis neutralizza senza troppi affanni. La pressione dei padroni di casa cresce, senza però mai riuscire a sfondare la linea Maginot granata eretta da Tuia e soci. Evidenti in questo frangente le note carenze offensive della formazione allenata da Gattuso, a fronte di una linea difensiva di gran valore. Al 32’, primo tiro nello specchio della porta da parte della Salernitana, con Sprocati che batte a rete senza convinzione. Il match non offre grandissimi spunti tecnici, lasciando sbadigliare – e non poco – i tifosi di entrambe le sponde. Al 43’, break della Salernitana con una staffilata di Odjer che sfiora l’incrocio dei pali. Al 45’ su palla inattiva, si rivede il Pisa con un colpo di testa di Manaj che non impensierisce Gomis.

Nella ripresa, Gattuso tenta la carta Pereira per provare a scardinare la difesa granata. La Salernitana invece perde dopo pochi minuti Perico per infortunio, al suo posto entra Bittante. Il secondo tempo però parte seguendo la falsa riga della prima frazione di gioco, senza sussulti e con tante interruzioni. Al 14’, Zito prova a smuovere le acque con una conclusione rasoterra che Ujkani blocca accartocciandosi sulla sfera.  Al 16’,il Pisa risponde con Manaj, la conclusione del calciatore albanese è però da dimenticare. Al 22’, devastante progressione di Sprocati che scappa via in serpentina, offre la palla a Coda che a sua volta serve un assist per l’accorrente Odjer, la conclusione del ghanese però non inquadra la porta nerazzura. I granata ci riprovano al 26’ con Rosina (subentrato al 21’ ad uno spento Joao Silva), il destro del capitano è inguardabile. Al 27’ però, il capitano si fa perdonare, portando in vantaggio la Salernitana con un tap in a due passi dalla rete. Espolde di gioia il settore ospite occupato da 400 tifosi granata.  Bella l’azione corale dalla squadra, impostata da Zito dall’out mancino e rifinito con un colpo di testa di Coda. Il Pisa reagisce rabbioso, la Salernitana contiene grazie anche un Minala in versione ‘monstre’. Con il trascorrere dei minuti, l’undici di Bollini pressa il Pisa costringendolo addirittura a giocare nella propria metà campo. I minuti via via scorrono inesorabili, i padroni di casa non hanno la lucidità per imbastire azioni degne di nota e così dopo 4’ di recupero i la delegazione della Curva Sud siberiano in trasferta può finalmente gioire per la quarta vittoria consecutiva della Salernitana.

Il tabellino della gara:

Pisa (4-3-1-2): Ujkanni; Mannini, Del Fabro, Lisuzzo, Longhi; Angiulli (33’s.t. Gatto); Verna (29’s.t. Zammarini), Lazzari (1’s.t. Peralta); Tabanelli; Masucci, Manaj.A disposizione: Cardelli, Di Tacchio, Lores Varela, Birindelli, Zonta, Milanovic. Allenatore: Gattuso

Salernitana (4-4-2): Gomis; Perico (8’s.t. Bittante), Bernardini, Tuia, Vitale; Sprocati, Odjer (36’s.t. Ronaldo), Minala, Zito; Joao Silva (19’s.t. Rosina), Coda. A disposizione: Terracciano, Schiavi, Donnarumma, Mantovani, Della Rocca, Improta.Allenatore: Bollini

Arbitro dell'incontro: Sig. Chiffi della sez. di Padova

Reti: 27’s.t. Rosina (S)

Note: pomeriggio primaverile; campo in discrete condizioni. Spettatori:  8.500 circa di cui un 400 circa provenienti da Salerno. Ammoniti: Lisuzzo, Zammarelli (P)  Odjer (S). Espulso:  - Angoli2 - 1. Recuperi:  0' pt - 4' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento