Salernitana: col Brescia Colantuono cambia modulo. Rosina in pole

Dopo la debacle del Tombolato, il trainer sembra intenzionato a sperimentare nuovamente il 4-3-1-2, inserendo uno tra Rosina e Andrè Anderson nelle vesti di trequartista. In attacco, il Doge farà coppia con uno tra Jallow e Djuric

Alessandro Rosina (archivio Gambardella)

Forse le tre reti rimediate contro il Cittadella hanno accelerato un processo di mutazione tattica già posto in essere dal tecnico, o forse il potenziale offensivo del Brescia, guidato dal rimpiantissimo ex Donnarumma, suggerisce una maggior densità in difesa, chissà, sta di fatto che la Salernitana che domani sera in posticipo calcherà il verde manto dell'Arechi contro le 'Rondinelle', cambierà volto rispetto alle versioni precedenti. Dopo l'esperimento (mal riuscito) contro l'Ascoli di alcune settimana fa, Colantuono sembra aver maturato una 'nuova' rivoluzione tattica, che porterà la formazione granata a schierarsi con una difesa a 4 e un trequartista a sostegno delle due punte. Un canovaccio tattico che giocoforza chiuderà le porte dell'undici base ad alcuni atleti e la aprirà ad altri.

La formazione

Il classico coniglio bianco da tirar fuori dal cilindro sembra avere le 'fattezze' del funambolo calabrese Alessandro Rosina. Dopo la prestazione più che positiva offerta al Tombolato (gara d'esordio in campionato), impreziosita anche da un gol, l'ex capitano granata è in pole per vestire una maglia da titolare nel tridente spurio che Colantuono ha in mente. L'estro e l'esperienza del n.10 verrà messa a servizio di due centravanti, partendo però da una mattonella più arretrata rispetto alla prima linea offensiva. Ad insidiare la posizione dell'ex Bari e Torino, il talento di Andrè Anderson, scalpitante come non mai e voglioso di mettere in mostra il suo indiscusso potenziale. Le condizioni fisiche di Rosina però non sono al top, e per ovviare a ciò prevedibile è una staffetta con il giovane brasiliano a partita in corso.  

Detto del cambio di modulo, le novità messe in cantiere non riguarderanno solo l'attacco, e la rifinitura di quest'oggi potrebbe dissipare gli ultimi dubbi. Tuttavia, in linea di massima, è già possibile 'disegnare' l'undici iniziale. Davanti a Micai, linea difensiva a 4 composta da Schiavi e Mantovani al centro, dal redivivo Pucino sull'out mancino e uno tra Djavan Anderson e Casasola a destra con quest'ultimo leggermente favorito. A centrocampo, a Di Tacchio - come sempre - le chiavi della mediana; a supportarlo ci saranno con ogni probabilità Akpa Akpro e Castiglia. In attacco, detto di Rosina, Bocalon sembra essere l'unica certezza; per l'altra maglia invece è corsa a due tra Lamin Jallow e Milan Djuric: il gambiano sembra avere oggettivamente qualche chance in più di scendere in campo dall'inizio, ma le sorprese sono sempre dietro l'angolo. 

Ecco il probabile undici: 

Salernitana (4-3-1-2): Micai; Casasola, Mantovani, Schiavi, Pucino; Akpa Akpro, Di Tacchio, Castiglia; Rosina; Jallow (Djuric), Bocalon. Allenatore: Colantuono

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento