Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

La Figc ha congelato il trust della Salernitana e concede "tempi supplementari"

Lo apprende l'agenzia Ansa. Da parte della Figc è stato evidenziato come, "in virtù del processo di scelta delle persone componenti del trust e delle regole previste nella gestione dello stesso, non sia un vero e proprio 'blind trust'. La Figc rileva, inoltre, che non è stata assicurata indipendenza economica al trust rispetto alle società disponenti"

La Federcalcio ha congelato la proposta di trust presentata venerdì dalle società proprietarie dalla Salernitana, cioè la Omnia Service One di Enrico Lotito e la Morgenstern di Marco Mezzaroma. Lo riferisce l'agenzia Ansa. "Non è correto dire che il trust sia stato bocciato - replica l'avvocato Gian Michele Gentile, legale del club granata. Nessuna bocciatura o problemi, piuttosto la Federcalcio ci ha chiesto dei chiarimenti e un’integrazione per il normale snellimento e funzionamento del trust. Tutto da fare entro sabato e non oltre e sarà fatto. É stato fatto tutto nella norma e giuridicamente il trust risponde a ogni requisito richiesto. I tifosi della Salernitana devono avere fiducia".

I tempi supplementari

La Federcalcio ha dato tempo fino a sabato alle ore 20 per risolvere i problemi. Dovranno esserci integrazioni e modifiche. Da parte della Figc è stato evidenziato come, "in virtù del processo di scelta delle persone componenti del trust e delle regole previste nella gestione dello stesso, non sia un vero e proprio blind trust". La Figc rileva, inoltre, che non è stata assicurata indipendenza economica al trust rispetto alle società disponenti".

La reazione del sindaco di Salerno

"La Salernitana ha conquistato la Serie A sul campo e sul campo va contesa questa vittoria. Noi dobbiamo essere sconfitti sul campo, se succederà, dagli avversari - ha commentato il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli - Di sicuro non dobbiamo essere sconfitti da bolli, marchi e ricorsi. Ho detto che la dirigenza della Salernitana aveva avuto la capacità di portare la squadra in Serie A e che avrebbe avuto - mi auguravo - la capacità di garantire l'iscrizione. Dal canto nostro abbiamo messo a disposizione uno stadio pronto per la Serie A, apportando le modifiche necessario. Può essere utilizzato tra un quarto d'ora. Ho sempre sostenuto che il Comune fosse a disposizione della Salernitana per ogni interventi, dalle relazioni alle richieste. Non ci è stato detto nulla e si immaginava che stessero lavorando in armonia. Di sicuro il Comune non può entrare nei meccanismi economico-finanziari di un'azienda. Possiamo fare le nostre rimostranze, possiamo attivare meccanismi di moral suasion, possiamo chiedere che vengano aiutati ma noi siamo giunti nei limiti delle nostre umane possibilità, delle nostre competenze".
 

Il video

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Figc ha congelato il trust della Salernitana e concede "tempi supplementari"

SalernoToday è in caricamento