menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Massimo Pica

Foto di Massimo Pica

Melfi-Salernitana, 0-2: sono sogni di Serie B ai gol di Negro e Trevisan

Vittoria tranquilla e desideri di gloria fomentati da una prova senza sbavature. Rilanciate con forza le proprie ambizioni

Risponde alla chiamata la Salernitana. Terza vittoria consecutiva e tre punti per proseguire nell'avvincente tragitto verso la Serie B. Cantano e ballano in questo San Valentino i tanti aficionados sulle scalee dell'impianto lucano. Archiviata in scioltezza la pratica Melfi, due sberle agli avversari tra il 21' e il 25' della prima frazione grazie ad una perla di Negro, al quinto centro, e all'inzuccata di Trevisan, centrale difensivo alla terza marcatura stagionale. Il resto è un possesso palla appannaggio degli ospiti che, oltre alle due reti, hanno, nell'arco della gara altre due limpide occasioni per segnare. Ed ora continuità si attende dalla squadra.

LA PARTITA. La strada per il sorpasso al Benevento passa per Melfi. La Salernitana ci arriva ben carica e viene schierata con un 4-3-3 come ampiamente preventivato anche nei componenti.. Il Melfi risponde con un abbottonato 4-3-1-2. E' chiamata ad un colpo di classe la truppa di mister Menichini, non può permettersi di concedere punti per continuare a far battere i cuori dei suoi tifosi nell'assalto alla Serie B.

La gara ha una piega a tinte granata sin dall'avvio, la pressione degli ospiti è fatttiva e viene premiata al 21' da un bel gol di Negro, che, concludendo  una serpentina con un calibrato tiro dalla distanza, sigla una rete di rara bellezza. Il Melfi soffre la compattezza e la verve degli avversari, non riesce ad apporre efficacia alle organiche manovre di Pestrin e soci. Il raddoppio giunge già al 25', Trevisan si ritrova di nuovamente goleador e aggiusta in rete una traiettoria disegnata da calcio d'angolo.Sospetto fuorigioco nella circostanza ma per il direttore di casa il difensore ospite è in linea con gli avversari all'atto di spedire in rete. Si avverano in pieno gli auspici della vigilia, il baricentro di gioco della Salernitana è alto, la difesa disimpegna ed imposta per il meglio ed il trio di mediana è prevale in mezzo al campo e dà profondità all'impostazione di gioco a beneficio del trio avanzato.  Gori ha occasione, sul tiro di Caturano, di segnalarsi alle cronache e negare la rete ai ragazzi di mister Bitetto. All'intervallo è più che legittimo il doppio vantaggio dei Granata mentre qualche battibecco in tribuna tra facinorosi scalda gli animi.

Nella ripresa il ritmo con cui mena le danze la Salernitana seguita ad essere tambureggiante, ben potendo amministrare la gara in scioltezza. Timidamente ci provano i Lucani ma gli ospiti, quando orchestrano, hanno sempre nelle corde il colpo letale. Nalini al 10', di esterno sinistro, per poco non trova il tris. Il Melfi non è in giornata per arrecare un qualche grattacapo ad una Salernitana attenta, intelligente e forte. Al 32' Nalini va in percussione lungo l'out sinistro, tiro-cross basso verso l'accorrente, al centro dell'area, Gabionetta; Perina in uscita bassa toglie la palla dai piedi del brasiliano. Non c'è granchè da segnalare fino al triplice fischio, i ritmi sono compassati col Melfi che non ha il potenziale adatto a creare affanno ad una Salernitana alla quale riescono bene le cose sempli questo pomeriggio. Da sul finale, fa il suo debutto con la Salernitana il rumeno Cristea, ultimo acquisto del calcio-mercato invernale, che va a rilevare un quasi sufficiente Mendicino. E' 2-0 per la truppa granata il finale. Vittoria in scioltezza, grazie ad un prestazione razionale sul piano dell'approccio e dell'applicazione. La Salernitana tocca quota 54 in classifica e mostra i muscoli alla rivale Benevento per la vittoria finale del torneo.

Il tabellino della gara

MELFI (4-3-1-2): Perina; Guerriera, Colella, Di Filippo, Di Mercurio; Tundo (dal 36'st Luparini), Agnello, Fella (dal 17'st Cicerelli); Falomi (dal 40'st Nappello); Caturano, Tortori. A disp.: Gagliardini, Annoni, Dermaku, Giacomarro. All. Bitetto.

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo, Lanzaro, Trevisan, Bocchetti; Moro, Pestrin (dal 16'st Bovo), Favasuli; Nalini, Mendicino (dal 41'st Cristea), Negro (dal 14'st Gabionetta). A disp.: Russo, Tuia, Franco, Perrulli. All. Menichini.

Arbitro: Pelagatti di Arezzo (Scatragli-Ragnacci).

Marcatori: 21' pt Negro (S), 25'pt Trevisan (S)

Note: pomeriggio primaverile, campo in accettabili condizioni. Ammoniti:Di Mercurio (M), Caturano (M), Lanzaro (S), Gabionetta (S), Tortori (M). Angoli: 5-6. Recuperi: 1'pt-6'st.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento