rotate-mobile
Sport

Salernitana - Vicenza 2-3: i veneti espugnano l'Arechi

Seconda sconfitta consecutiva per l'undici di Sannino che soccombe sotto i colpi di Signori e Di Piazza. Con due gol di svantaggio, i granata hanno anche la forza di riacciuffare il pari, ma una dormita difensiva collettiva regala la vittoria ai veneti

E' notte fonda per la Salernitana. Dopo il KO di Novara, questa sera è arrivato quello - ancor più pesante - contro il Vicenza, abile ad approfittare delle clamorose amnesie difensive della squadra di Sannino. In balia dell'avversario per oltre mezz'ora di gara nel primo tempo, (gli ospiti hanno colpito ben due volte in questo lasso di tempo), la squadra granata ha poi trovato anche le forze per riacciuffare il risultato, grazie anche ad una magia su calcio di punizione di Rosina. Ma il capitano granata non è bastato, e appena la sua luce si è appannata, è calato il buio pesto. 

LA CRONACA – Primi 30’ di gioco a completo appannaggio del Vicenza: al 2’ sono già due le occasioni da rete limpidissime per gli ospiti, ma sia Raicevic che Galano peccano in precisione (sul trequartista biancorosso però è provvidenziale Terracciano in uscita bassa). Il pressing alto ed il palleggio degi veneti mette in gravissima difficoltà la squadra Sannino: Siega da un lato e Vita dall’altro vanno che è un piacere e così all’8’ Galano, dà il là ad una splendida azione corale che si conclude con il gol di Signori, che trafigge con il piattone un non irreprensibile Terracciano.  La Salernitana sbanda, accusa il colpo e resta in balia dell’avversario. Solo al 20’Coda, ben imbeccato da Rosina, prova a farsi vedere dalle parti di Benussi, ma Bogdan stempere ogni velleità del bomber meterlliano. Scampato il pericolo, i biancorossi si fanno subito sotto, e al 21’approfittando dell’ennesima dormita dei padroni di casa, raddoppiando le marcature di nuovo con una bordata di Signori che si insacca nell’angolo basso alla sinistra di Terracciano. Gran bel gol ed Arechi ammutolito.

Il secondo gol subito dà finalmente la stura all’undici di Sannino, e così al 33’, sugli sviluppi di un corner battuto da Rosina, arriva il gol della speranza, grazie ad un bel colpo di testa di Della Rocca che trafigge Benussi. Al 34’ Coda ci prova dai 35 metri con un tiro potente ma centrale che l’estremo difensore veneto neutralizza in due tempi. Il Vicenza risponde subito e al 35’ sfiora la terza rete con Bogdan, ma Della Rocca si erge come un muro sulla linea in difesa della porta.  

Nella ripresa la squadra granata entra con tutt’altro piglio, e già al 4’con Rosina va vicina al pareggio con sinistro potente, ma Benussi si accartoccia e blocca la sfera. I granata continuano a spingere producendo  il massimo sforzo e all’8’con Rosina trovano il pari grazie ad un gioiello su calcio punizione dell’ex capitano del Toro. All’11’ la Salernitana sfiora addirittura anche al terzo gol con un colpo di testa di Donnarumma ma la palla si spegne sul fondo. Con il trascorrere dei minuti però, la luce di Rosina si spegne e la Salernitana inizia ad accartocciarsi su se stessa. Al 18’ gli ospiti iniziano a bussare alla porta di Terracciano, con Cernigoi, autore di un tiro al fulmicotone che sfiora la traversa.  Un minuto dopo invece è Siega ad impegnare severamente Terracciano che è costretto a agli straordinari per evitare il peggio. Ma nulla può l'estremo difensore granata, pochi minuti dopo (precisamente al 27’), quando l’intero pacchetto difensivo di Sannino resta quasi in bambola mentre il subentrato Di Piazza colpisce indisturbato, firmando la terza rete del match per i biancorossi di Lerda.  

Scossa per l'ennesimo svantaggio, la Salernitana riesce solo nel finale di gara a riorganizza le idee, sfruttando le poche forze residue:  ci provano di testa Della Rocca prima (al 38’) e Coda poi (al 44’), ma la mira non è delle migliori. In piena zona Cesarini, è Caccavallo (subentrato a Donnarumma) ad avere l’occasione più limpida per acciuffare l’insperato pari, ma l’ex Paganese è poco cinico e spreca. Dopo quasi 6’ di recupero, l'arbitro sancisce la fine delle ostilità e dagli spalti dell’Arechi piovono i primi fischi della stagione. 

Il tabellino della gara: 

Salernitana (4-4-2): Terracciano, Perico, Vitale, Bernardini, Mantovani, Della Rocca (43’s.t. Ronaldo), Odjer, Busellato (12’s.t. Zito), Rosina, Donnarumma (32’s.t. Caccavallo),Coda. In panchina: Iliadis, Schiavi, Tuia, Laverone, Improta, Joao Silva.  Allenatore: Sannino

Vicenza (4-4-2): Benussi, Zaccardo, Adejo, Bogdan, Pucino, Vita (33’Bellomo), Rizzo, Signori, Siega, Raicevic (12’s.t. Cernigoi), Galano, (25’s.t. Di Piazza). In panchina: Vigorito, Bianchi, Fontanini, H’Maidat, Smith, Fabinho. Allenatore: Lerda

Arbitro: Sig. Sacchi della sez. di Macerata 

Reti: 8’e 21’p.t. Signori, 28’s.t. Di Piazza (V) 33’p.t. Della Rocca, 9’s.t. Rosina (S)

Note: serata tiepida, campo in buone condizioni. Spettatori: 11.005 di cui 16 di fede biancorossa. Ammoniti: Della Rocca (S) Siega, Vita, Bogdan (V). Espulsi: - Angoli: 6-2. Recuperi: 1’ pt - 5' st.

Salernitana - Vicenza: le immagini del match (foto a cura di G. Gambardella)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana - Vicenza 2-3: i veneti espugnano l'Arechi

SalernoToday è in caricamento