"Killer" delle prostitute, sentenza definitiva per la morte di "Nika"

Lo ha deciso la Corte di Cassazione, che ha rigettato il ricorso degli avvocati difensori di Carmine Ferrante e ha reso definitiva la condanna

Carmine Ferrante, il killer delle prostitute, è stato condannato a 20 anni di carcere. La Corte di Cassazione lo ha giudicato per l’omicidio di Nikolova Temenuzhka, la prostituta bulgara di 37 anni uccisa ad agosto 2016, nella periferia di Pagani.

La sentenza

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso degli avvocati di Ferrante, i legali Agostino De Caro e Bernardina Russo. Ora la condanna è definitiva. Ferrante è indagato per un secondo omicidio, quello di Mariana Szekeres, la 19enne romena che fu uccisa nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio del 2016 a Salerno, poi ritrovata in via Dei Carrari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento