"Killer" delle prostitute, sentenza definitiva per la morte di "Nika"

Lo ha deciso la Corte di Cassazione, che ha rigettato il ricorso degli avvocati difensori di Carmine Ferrante e ha reso definitiva la condanna

Carmine Ferrante, il killer delle prostitute, è stato condannato a 20 anni di carcere. La Corte di Cassazione lo ha giudicato per l’omicidio di Nikolova Temenuzhka, la prostituta bulgara di 37 anni uccisa ad agosto 2016, nella periferia di Pagani.

La sentenza

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso degli avvocati di Ferrante, i legali Agostino De Caro e Bernardina Russo. Ora la condanna è definitiva. Ferrante è indagato per un secondo omicidio, quello di Mariana Szekeres, la 19enne romena che fu uccisa nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio del 2016 a Salerno, poi ritrovata in via Dei Carrari.

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Si accoltella alla gola e poi si lancia in un dirupo: soccorso giovane a Salerno

  • Sorpresi a fare sesso sulla spiaggia, due turisti scambiati per residenti di Ravello

Torna su
SalernoToday è in caricamento