Cronaca

Pesca illegale a Salerno e provincia, denunciati dieci responsabili

Maxi operazione della guardia di finanza a Salerno capoluogo e in diversi comuni della provincia: sequestrate oltre 1,5 tonnellate di prodotti ittici

E' di una tonnellata e mezzo di tonno rosso e pesce spada allo stato novello il bilancio di alcuni sequestri operati dagli uomini della guardia di finanza nell'ambito di un'operazione contro la pesca illegale messa a segno in diversi comuni della provincia di Salerno, compreso quello capoluogo. Nel dettaglio i militari hanno effettuato controlli a Positano, Ravello, Cetara, Maiori e Salerno all'interno delle aree portuali, lungo i litorali e all'interno di esercizi commerciali.

Dieci i responsabili deferiti all'autorità giudiziaria (tra pescatori professionisti e diportisti) che dovranno rispondere delle specifiche violazioni alla normativa nazionale e comunitaria. La pesca di frodo, osservano i finanzieri, danneggia notevolmente l'ecosistema marino, in quanto interrompe la possibilità di crescita completa degli esemplari, in questo caso, di tonno rosso e pesce spada. Il pescato posto in sequestro, dopo essere stato sottoposto a visita da parte dei veterinari dell’Asl Salerno – Distretto 66, ove ritenuto idoneo al consumo umano, è stato devoluto in beneficenza a vari istituti caritatevoli della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca illegale a Salerno e provincia, denunciati dieci responsabili

SalernoToday è in caricamento