rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Scafati

Gambizzato 33enne a Scafati, si costituisce il terzo indagato

La vittima è fuori pericolo ma ha dovuto subire un intervento chirurgico per la rivascolarizzazione della gamba destra

Raid armato a Scafati, si costituisce anche il terzo componente del commando. Si tratta di R.C. , 20enne, costituito questa notte presso il penitenziario di Fuorni di Salerno. 

Le accuse

Il giovane avrebbe fatto parte del commando di fuoco che, lo scorso 21 gennaio, ferì quasi mortalmente un 33enne, raggiunto sotto casa della madre da vari colpi di pistola calibro 7,65, esplosi all’altezza dell’arteria femorale. Per lo stesso agguato, due giorni fa, erano finiti in manette A.F. di 25 anni e il 44enne G.C. I primi due arresti erano stati eseguiti dietro ordinanza del gip del Tribunale di Nocera Inferiore. A condurre le indagini gli agenti del commissariato di polizia di Pompei, in collaborazione con gli investigatori della Squadra mobile di Napoli. I tre presunti responsabili - due si sono avvalsi del silenzio giorni fa durante interrogatorio - sono accusati in concorso di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo d’arma da fuoco. La vittima è fuori pericolo ma ha dovuto subire un intervento chirurgico per la rivascolarizzazione della gamba destra. Decisive, per gli arresti, le testimonianze raccolte dagli investigatori dopo il raid. Da chiarire le ragioni dietro il raid.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gambizzato 33enne a Scafati, si costituisce il terzo indagato

SalernoToday è in caricamento