rotate-mobile
Cronaca Battipaglia

Villa Maria di Battipaglia, appello dell'Ugl alla sindaca Francese: "Livelli occupazionali e ospiti da tutelare"

Le vertenza resta aperta e il sindacato chiede un supporto concreto a chi guida l'amministrazione comunale

"Sulla casa per anziani Villa Maria di Battipaglia ci aspettiamo una soluzione che tuteli i livelli occupazionali e gli ospiti della struttura. Noi come Ugl provinciale, in qualità di sindacato attivo nella vertenza, abbiamo già avuto contatti con la sindaca di Battipagliese, Cecilia Francese, che ci ha garantito il rispetto della clausola sociale per tutelare le maestranze. Attualmente è ancora attiva la procedura di licenziamento collettivo, ma siamo fiduciosi". Con questo parole intervengono Carmine Rubino, segretario generale della Ugl Salerno, e Luigi Marino, segretario del comparto Sanità dell'Ugl Salerno, sono intervenuti sulla vertenza di "Villa Maria", la casa per anziani di Battipaglia punto di rifermento del settore nella Piana del Sele.

La vertenza

Rubino e Marino entrano nel merito della vertenza: "Abbiamo chiesto un esame congiunto della vertenza, ma al momento non è stato ancora esperito. Va ricordato che si tratta di una procedura che si deve esaurire entro 45 giorni. Come Ugl provinciale preoccupati per i lavoratori e per l'importanza sociale che questa struttura ha per i suoi ospiti. Abbiamo fiducia nell'azione della sindaca Francese. Ci auguriamo che si impegnerà per quanto ci ha detto. Come Ugl, ovviamente, la sosterremo in questa vicenda. "Villa Maria" è un patrimonio dei battipagliesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Maria di Battipaglia, appello dell'Ugl alla sindaca Francese: "Livelli occupazionali e ospiti da tutelare"

SalernoToday è in caricamento