Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica Centro / Via Roma

"Cifre folli per l'impianto di compostaggio": l'attacco di Celano

"E' incredibile - spiega Celano - che per un impianto sul cui funzionamento emergono gravissimi dubbi sollevati anche dall’ANAC ed a seguito di ispezioni che si sono succedute, si spendano queste cifre incredibili"

Il capogruppo al Consiglio Comunale di Forza Italia Roberto Celano ha scritto una lettera indirizzata al sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, al presidente della Commissione Trasparenza Antonio Cammarota, ai revisori dei conti ed al Procuratore Generale della Corte dei Conti in merito a delle presumibili anomalie riscontrabili dalla verifica della determina dirigenziale n. 1322/2017 relativa ai lavori di realizzazione dell’impianto di compostaggio. "Tale determina - spiega Celano - va esaminata in considerazione anche della precedente determina (n. 4277 del 2.12.2015) che, a sua volta, già correggeva la prima determina (n. 3792 del 2.5.2015) d’approvazione delle spese da trasmettere agli Organi Regionali per la rendicontazione. La prima presumibile anomalia da segnalare consiste proprio nella circostanza che il consuntivo delle spese sostenute (determina n. 3792 del 2.11.2015) sia stato ad oggi oggetto di ben due rettifiche.Nel merito - continua il consigliere comunale - si evidenzia che l’ultima determina approvata incrementa le spese di progettazione di € 149.081,69 (portando il costo della stessa all’incredibile importo di € 767.546,43!) e le spese per la direzione dei lavori di altri 234.969,89, portando il costo complessivo della stessa all’altrettanto astronomica cifra di € 857.320,00. L’IVA, di conseguenza, aumenta di ben € 250.801,10 che, sommata all’importo precedentemente rendicontato, ammonta ora ad € 434.304,11".

"E' incredibile - incalza Celano - che per un impianto sul cui funzionamento emergono gravissimi dubbi sollevati anche dall’ANAC ed a seguito di ispezioni che si sono succedute, in particolare sulla progettazione e sull’esecuzione dei lavori, si spendano cifre incredibili proprio per queste ultime. Appare ancora sconcertante, in presenza delle verifiche in corso, che si decida di pagare ulteriori somme per la progettazione e la direzione dei lavori senza neppure attendere l’accertamento definitivo delle cause del non funzionamento con il rischio di dover poi recuperare le suddette somme nel caso in cui dovessero emergere vizi nella progettazione e realizzazione dell’impianto" conclude il consigliere di Forza Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cifre folli per l'impianto di compostaggio": l'attacco di Celano
SalernoToday è in caricamento