Doppietta di Djuric, la Salernitana vince a Pescara: la cronaca della partita

L'ombra del gigante si allunga sul Pescara: la doppietta di Djuric infrange il tabù Pescara, regala il blitz alla Salernitana e fa ritrovare il sorriso ai granata che in trasferta non vincevano da quasi quattro mesi

L'ombra del gigante si allunga sul Pescara: la doppietta di Djuric infrange il tabù Pescara, regala il blitz alla Salernitana e fa ritrovare il sorriso ai granata che in trasferta non vincevano da quasi quattro mesi. La squadra di Ventura ha vinto di slancio, ha sopraffatto l'avversaria, ha macinato palle gol nel primo tempo e ha legittimato alla ripresa, quando ha rotto gli argini. Poi ha saputo soffrire, premiata nel finale anche da un pizzico di fortuna che non guasta mai.

La tattica

La prima gara del 2020 riserva sorprese già all'annuncio delle formazioni: Gian Piero Ventura manda in campo Lombardi, Cicerelli e Lopez in contemporanea ma li dispone con un altro modulo tattico. Lombardi, l'uomo in più sulla destra nell'ultimo scorcio di stagione, continua a sfrecciare sull'out, in posizione più avanzata. Cicerelli, invece, scala sulla linea difensiva (a quattro) e diventa terzino destro. Lopez terzino sinistro. Non gioca Heurtaux. Jaroszynski più accentrato e affiancato a Migliorini. Djuric ha subito un trauma contusivo-distorsivo al ginocchio ma stringe i denti e va in campo, in coppia con Gondo.

Il tabù

Nello stadio "maledetto" (serie A persa all'ultima curva, ai tempi di Colomba, spareggio salvezza con il Cosenza perso nel '91), la Salernitana ritorna alcuni mesi dopo la partita persa con Menichini allenatore la stagione scorsa, prima di giocarsi il tutto per tutto con il Venezia. Il Pescara non vince in casa dal 2 novembre e la Salernitana non vince in trasferta dal 29 settembre, a Livorno.

La cronaca

Al 7', entrata decisa di Busellato sulle gambe di Cicerelli. Restano entrambi infortunati e Busellato è il primo a chiedere il cambio (Kastanos). In dieci per qualche minuto (rientrerà Cicerelli per pochi minuti), la Salernitana batte il calcio di punizione con Dziczek (10'), che libera in area Gondo. L'attaccante granata, però, si coordina male e calcia sulla propria mano. Al 20', mentre Cicerelli deve alzare bandiera bianca per infortunio - al suo posto Kalombo - Maistro fionda di destro a giro un pallone velenoso, dopo il bel recupero di Djuric. Fiorillo è bravo a deviare in angolo. Clamorosa palla gol per la Salernitana al 25'. Break di Akpa Akpro, i granata ripartono tre contro tre e il primo passo lo fa Lombardi sulla destra. Il compagno lo vede e lo serve. Prende forma l'azione fotocopia del gol che portò in vantaggio la Salernitana a Cittadella. Lombardi calcia allo stesso modo ma Fiorillo allunga il piede destro e salva il Pescara. Al 27' ci riprova Lombardi dalle zolle preferite ma colpisce l'esterno della rete. Lo invita al tiro Dziczek dopo un prezioso lavoro di copertura del pallone e sponda di Gondo. Nei minuti finali si "sveglia" il Pescara. Fa tutto Galano: al 42' prova a sorprendere Micai dai venti metri ma il portiere respinge con i pugni; al 44' scappa via a Kalombo, si presenta davanti a Micai, defilato sulla sinistra, ma non riesce ad angolare il pallonetto; al 45' beffa Kalombo con un tunnel, si accentra e serve Kastanos che dal limite dell'area prende la mira ma tira fuori.

La ripresa e la doppietta di Djuric

Subito due occasioni per la Salernitana: colpo di testa di Gondo (che non schiaccia) nel cuore dell'area; tiro di Lombardi e Fiorillo ancora decisivo. Il gol è nell'aria e la Salernitana lo realizza al 50'. Maistro no look per Djuric atterrato al limite. Calcio di punizione per i granata battuto male da Dziczek. Il pallone colpisce la barriera ma si trasforma in assist per Djuric che ha il tempo di prendere la mira, defilato sulla destra. Viene fuori un delizioso tiro a giro di esterno destro che si infila nell'angolo opposto. La Salernitana potrebbe subito raddoppiare con Lombardi: tiro di sinistro, fuori di un soffio. Appuntamento rimandato solo di qualche minuto: Lopez in dribbling sulla sinistra e cross immediato per Djuric che viene anticipato; si prosegue dalla parte opposta, tiro di Lombardi, parata di Fiorillo, carambola su Palmiero e tap-in del gigante bosniaco (54').

La reazione

Il Pescara reagisce al 60' e potrebbe tornare in corsa: Galano sfonda a destra, imbecca in area Maniero che è lasciato solo da Migliorini. La meravigliosa rovesciata del centravanti abruzzese fa gridare al gol i tifosi locali ma Micai dice no. I delfini, però, accorciano le distanze al 62': cross da sinistra, il pallone spiove in area piccola, Jaroszynski e Lopez lasciano sfilare il pallone ma alle spalle dell'uruguagio sbuca Maniero che in tap-in realizza il gol dell'1-2. Poi Micai deve distendersi sulla propria sinistra, al 70', per respingere il pericoloso tiro a pelo d'erba di Kastanos. Al 75', magia di Machin che fa passare il pallone tra le gambe di Maistro e serve a Galano il rigore in movimento da spingere in rete. Sembra fatta per il Pescara ma Galano "spara" alle stelle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Coronavirus, due ragazze cilentane in quarantena

  • Lutto a Castellabate, muore il maresciallo dei vigili Vincenzo Cilento

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Caso sospetto di Coronavirus a Salerno: esito negativo ai test

Torna su
SalernoToday è in caricamento