menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Salernitana frena e già riparte: martedì trasferta a Pisa, la voce dei tifosi

Il pareggio tra le proteste, la furia di Castori, il campionato che non concede tregua. Dopo il pareggio casalingo tra polemiche, contro il Chievo, la Salernitana si prepara ad una nuova partita, che è già dietro l'angolo

Il pareggio tra le proteste, la furia di Castori, il campionato che non concede tregua. Dopo il pareggio casalingo tra polemiche, contro il Chievo, la Salernitana si prepara ad una nuova partita, che è già dietro l'angolo. Martedì a Pisa, la squadra granata sarà di scena a Pisa. Mancherà Gyomber per squalifica. I supporter, nel frattempo, analizzano la partita andata in scena allo stadio Arechi.

La voce dei tifosi

"Non siamo stati brillanti atleticamente e lo abbiamo pagato - commenta Antonio Positano - Risultato giusto e centrocampo in affanno quando c’è da costruire. Anche Belec oggi non mi è sembrato impeccabile come al solito nonostante due interventi che hanno salvato il risultato. Comunque questi siamo e la proprietà nulla ha fatto per farci fare il salto di qualità. Dionisi non potevamo permettercelo? Ormai siamo abituati a friggere con l’acqua". Le considerazioni di Mimmo Rinaldi: "Almeno non si è perso. Gol-non gol a parte, per come si era messa ho tremato e solo grazie a un monumentale San Belec non è andata peggio. Su Jaroszynzki ala sinistra stendo un velo pietoso... Idem per Kiyine e Andrè Anderson: impalpabili. Come sempre accade di questi periodi ogni anno attendiamo rinforzi e puntualmente chi arriva non è in grado di dare nulla. Nel frattempo Dionisi fa due gol ad Ascoli". Mario De Rogatis osserva: "Un pareggio che lascia qualche rimpianto, anche se dobbiamo accettarlo, contro una delle squadre più solide del campionato.,Inoltre le altre avversarie da zona playoff arrancano. La lieta notizia di oggi è che si sia sbloccato Tutino, che sarà fondamentale per il ritorno". Paolo Toscano: "Credo che oggi abbiamo buttato al vento una grossa occasione per consolidare il secondo posto in classifica. Purtroppo nel secondo tempo sono emersi i soliti problemi: la squadra è sembrata senza idee e poco incisiva in fase offensiva. Per ambire a qualcosa di importante, a mio avviso, occorre essere più presenti in area di rigore avversaria". Il commento al solito pungente di Ciro Troise: "Il pari contro una diretta concorrente ci può stare. In attesa dei gol di bomber Kristoffersen".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento