Record di contagi: la Reggiana potrebbe disertare la partita con la Salernitana

Partita a rischio: boom di contagiati su sponda emiliana. Se i calciatori ospiti non si presenteranno in campo, la Salernitana vincerà a tavolino

La Salernitana ha onorato l'impegno di Coppa Italia (eliminata dalla Sampdoria) e sabato 31 ottobre dovrebbe scendere in campo allo stadio Arechi, alle ore 16, per affrontare la Reggiana. Il condizionale è d'obbligo: boom di contagi Covid su sponda emiliana; gli avversari di Djuric e compagni potrebbero non presentarsi in campo, rinunciando alla trasferta. Se accadesse, la Salernitana vincerebbe la partita a tavolino.

Dettagli e retroscena

La Reggiana aveva già usufruito di un rinvio, causa Covid: aveva già ottenuto dalla Lega di non giocare una partita e il bonus è stato esaurito. Ha, dunque, fatto leva sull'articolo 28 dello Statuto Lega Nazionale Professionisti Serie B e ha chiesto al Consiglio Direttivo il posticipo della partita a lunedì 2 novembre, per cause di forza maggiore. Impossibile per la Lega, impossibile per la Salernitana, tranne che venga modificato il proprio calendario. Se ci fosse il posticipo della partita con la Reggiana, la Salernitana si avvicinerebbe troppo alla preparazione della partita successiva, Spal-Salernitana del 6 novembre, e dunque avrebbe poco tempo per riposare. Accetterebbe, dunque, la richiesta della Reggiana solo se la partita di Ferrara venisse a propria volta spostata. La Lega, però, pagherebbe una penale alla Rai, se cambiasse data a Spal-Salernitana e non la rimpiazzasse con un'altra partita. Inoltre la Salernitana l'8 novembre dovrà inviare i calciatiori Belec, Veseli, Gyomber, Dziczek, Karo e Djuric in nazionale e non puó permettersi il lusso di giocare di domenica a Ferrara, senza sei giocatori. Dunque la Reggiana è ad un bivio: ha fatto tamponi e se non recuperasse un numero congruo di giocatori (almeno 13, compreso il portiere) rinuncerebbe a scendere in campo. In questo caso, la Salernitana vincerebbe la partita a tavolino, dopo aver atteso i canonici 45' del primo tempo e il triplice fischio dell'arbitro, che sarà Marchetti di Ostia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento