menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una prenotazione in rete

Una prenotazione in rete

Nocera Inferiore, nuova truffa per un alloggio in vacanza

Una nuova truffa è stata consumata a danno di un gruppo di giovani di Nocera Inferiore, che appena una settimana fa, avevano individuato e bloccato un immobile a Gallipoli per trascorrere un periodo di villeggiatura

Una nuova truffa è stata consumata a danno di un gruppo di giovani di Nocera Inferiore, che appena una settimana fa, avevano individuato e bloccato un immobile a Gallipoli per trascorrere un periodo di vacanza. I quattro avevano scelto una casa non poco distante dal mare nella zona di Gallipoli, dopo averne visionate di diverse su di un portale internet. Convinti anche da una serie di fotografie, avevano poi deciso di contattare un numero di cellulare presente nei dettagli dell’offerta, per avere ulteriori informazioni. Dopo una breve chiacchierata, hanno raccolto i soldi - 50 euro a testa - e trasferito il tutto su una carta postepay. L’acconto serviva a bloccare la casa, prima del loro arrivo in Puglia. Il giorno dopo, i ragazzi hanno contattato nuovamente quel numero per confermare l’invio del pagamento al titolare dell’immobile, accertandosi che tutto fosse andato per il verso giusto. Ma non hanno avuto risposta. I tentativi di mettersi in contatto con quella persona sono stati diversi e sono proseguiti per almeno due giorni. Al terzo giorno l’uomo ha finalmente risposto, giustificandosi per presunti impegni nei giorni precedenti che gli avevano impedito di rispondere. Comunicata la notizia del saldo dell’acconto, lo stesso si è raccomandato con i ragazzi di giungere a destinazione nel giorno stabilito, fornendo loro le ultime coordinate.

Record di truffe in Cilento e Puglia

L’amara sorpresa per il gruppo di nocerini si è avuta proprio il giorno della partenza, quando giunti a destinazione, a Gallipoli, hanno scoperto l’indisponibilità dell’immobile ma anche la disattivazione del numero di cellulare del presunto proprietario. Che non è stato più possibile raggiungere al telefono. Fortuna che il gruppo era in contatto con alcuni amici in zona, che si sono prodigati per trovare un’altra sistemazione. Poi la denuncia sporta per truffa, con 200 euro persi attraverso un pagamento fatto dal comune di Nocera. A distanza di appena una settimana è la seconda truffa consumata a danno di persone residenti nei comuni dell’Agro nocerino. Tempo prima era toccato ad una coppia pagare 200 euro per bloccare una casa a Marina di Camerota, nel Cilento, per poi accorgersi che chi gli aveva messo a disposizione l’immobile era scomparso. La casa era stata individuata sul portale "Subito.it". Da accertamenti eseguiti dai carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, si era scoperto che il conto dove erano transitati i soldi e il numero di documento identificativo appartenevano a due persone residenti nel napoletano. Circostanza che ha spinto l’attività investigativa ad estendersi anche agli altri comandi carabinieri di competenza, per accertare l’eventuale truffa. Dalla Procura di Nocera Inferiore fanno sapere invece che negli ultimi due mesi, sono decine se non di più le truffe consumate a danno di ignari vacanzieri. Le mete preferite sulle quali i truffatori agiscono sono quelle del Cilento e della Puglia. In particolare il comune di Gallipoli, che da anni è al centro di un giro di truffe online. In due recenti e distinte operazioni, furono individuate diverse persone che erano riuscite a raggirare almeno 600 turisti. Due di quelli che intascavano i soldi provenivano dalla provincia di Salerno. Il fenomeno si è ripresentato anche quest’anno, stando a quanto accertato dalla procura nocerina, e a nulla sembrerebbero servire le linee di guida diramate più volte quando si deve affittare una casa online fuori regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento