rotate-mobile
Calcio

Salernitana-Dia, continua la mediazione: il Collegio Arbitrale fissa il termine ultimo per la decisione

La prima data indicata per l'udienza, il 26 aprile, è stata poi cancellata dall'agenda, su richiesta delle parti. Il presidente del Collegio, Fumagalli, ha fissato il termine ultimo per l'audizione e il lodo: il 24 maggio

Salernitana-Dia è una storia infinita. Dal 2 marzo, dalla trasferta di Udine e dal rifiuto a scendere in campo negli istanti finali come poi rivelò Liverani in sala stampa, il rapporto è sfilacciato e pende al Collegio Arbitrale la richiesta di un maxi risarcimento danni, avanzata dal club granata attraverso il pool legale (i professori Sica e Fimmanò, l'avvocato Chiacchio). La controparte ha replicato in punta di diritto: Dia, difeso dall'avvocato Gallavotti, chiede ai propria volta i danni e anche il reintegro in rosa. 

La trattativa

C'è stata e resiste ancora, sebbene molto flebile, la possibilità di un accordo bonario tra le parti, insomma la transazione. La Salernitana l'aveva impostata su queste basi diplomatiche: non più la richiesta del 50% di decurtazione dello stipendio ma il 30%, l'ipotesi di una rimodulazione della clausola per la vendita del cartellino. A gennaio, oscillava tra 20 e 22 milioni di euro, in base alla provenienza dell'acquirente (mercato UE oppure extra UE). Adesso Dia, attraverso l'entourage, vorrebbe che fosse fissata entro un tetto di una quindicina di milioni. La Salernitana, però, ne ha spesi già 1,8 per il prestito al Villarreal, due estati fa, 12  - divisi in tre rate annuali da 4 - per l'acquisto del cartellino e un altro milione per le commissioni e mediazioni. Resta in ogni caso un passo da fare - unico e assoluto - che mostri concreta volontà di conciliare. Si tratta, secondo chi assiste Dia, del reintegro in rosa, che ancora non c'è stato. Dia escluso dal 4 marzo. Nel frattempo il Collegio Arbitrale ha notificato i primi atti. La prima data indicata per l'udienza, il 26 aprile, è stata poi cancellata dall'agenda, su richiesta delle parti. Il presidente del Collegio, Fumagalli, ha fissato il termine ultimo per l'audizione e il lodo: il 24 maggio. I margini per un accordo bonario, al momento, sono molto ristretti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Dia, continua la mediazione: il Collegio Arbitrale fissa il termine ultimo per la decisione

SalernoToday è in caricamento