menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'attesa al Ruggi (Foto Carolina Ciacci)

L'attesa al Ruggi (Foto Carolina Ciacci)

Covid-19, arrivano i primi vaccini al "Ruggi d'Aragona" di Salerno

Le prime dosi saranno somministrate al personale sanitario operante al pronto soccorso e nei reparti Covid. In tutto sono 100 che hanno aderito volontariamente alla campagna di vaccinazione

“È iniziata una giornata simbolicamente importante per la lotta al Covid-19. Con l'arrivo presso il punto di smistamento dell'ospedale del Mare delle prime dosi destinate alla Campania, è partita la campagna vaccinale (Pfizer/BionTech), il V-Day, nella nostra regione”. Lo annuncia, con un post su Facebook il governatore della Campania Vincenzo De Luca.

La distribuzione

Entro poche ore, le dosi del vaccino verranno distribuite nelle sette postazioni allestite in altrettanti ospedali della Campania: Cotugno, Cardarelli, Ospedale del Mare (Napoli); San Sebastiano (Caserta), Moscati (Avellino), San Pio (Benevento), Ruggi d'Aragona (Salerno). In ogni presidio saranno somministrate in simultanea le 100 dosi di vaccino previste, a operatori sanitari, medici in prima linea nella lotta al Covid e, a partire dalle 13, a 20 operatori di una residenza per anziani dell'Asl Napoli 1.

Parla il governatore De Luca

Al Ruggi

Grande attesa – come mostrano le foto che pubblichiamo – all’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno per l’arrivo delle prime dosi del vaccino che saranno somministrate al personale sanitario, in primis a quello operante nel pronto soccorso e nei reparti Covid. Complessivamente, stamattina, saranno in sei i primi sanitari ad essere vaccinati, uno per ogni ambulatorio attivato nei locali del polo didattico. In tutto sono 100 che hanno aderito volontariamente alla campagna vaccinale. Ad attendere i vaccini anche il manager del Ruggi Vincenzo D’Amato:  "Riceveremo cinquemila vaccini per il Ruggi, che significa vaccinare non solo tutti i dipendenti ma anche tutti gli operatori delle ditte, i professori e gli studenti che sono nel Ruggi, tutti coloro che hanno un rapporto con l'azienda ospedaliero-universitaria Ruggi d'Aragona. Vaccineremo - ha aggiunto - anche gli operatori delle strutture dell'Asl che sono sul territorio del distretto e quindi avremo ulteriori duemila dosi di vaccino per un totale di settemila all'incirca. Le richieste degli operatori arriveranno in una seconda fase, ciascun operatore dovra' collegarsi sulla piattaforma Sinfonia della Regione Campania e dovra' prenotare la vaccinazione e potra' accedere nel nostro centro vaccinale". D'Amato ha spiegato che l'azienda conta "di vaccinare 360 operatori al giorno con la prima e seconda somministrazione. Il sentore e' che ci sia una grossa adesione. Gli operatori del Ruggi hanno desiderio di sottoporsi alla vaccinazione ma credo sia un dato comune all'intera regione e, probabilmente, a tutti coloro i quali stanno vivendo questa drammatica pandemia". In via San Leonardo, intorno a mezzogiorno, ha fatto tappa anche il governatore della Campania, De Luca che ha visitato gli ambulatori, constatando in prima persona l'organizzazione messa in campo dall'azienda ospedaliera salernitana 

La prima vaccinata 

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento