rotate-mobile
Cronaca

Crescent Salerno, il Consiglio di Stato ferma i lavori

A renderlo noto Il Fatto Quotidiano. La decisione della quarta sezione del Consiglio di Stato ribalta quindi le decisioni del Tar, che erano state favorevoli all'amministrazione comunale guidata da De Luca

Il Consiglio di Stato blocca il Crescent di Salerno: a renderlo noto Il Fatto Quotidiano. La quarta sezione dell'organisimo ha quindi ribaltato le decisioni del tribunale amministrativo regionale (il Tar aveva dato ragione al comune di Salerno) bloccando la costruzione di quello che gli ambientalisti e gli oppositori avevano definito "mostro". L'opera dovrebbe sorgere in piazza della Libertà, nella zona del Jolly Hotel.

“Ritenuta l’opportunità di evitare che la prosecuzione dei lavori per la realizzazione di un edificio di cospicue dimensioni, in una situazione controversa, produca una trasformazione dello stato dei luoghi difficilmente reversibile e tale da determinare per la collettività un pregiudizio grave e irreparabile” si legge nell'ordinanza del Consiglio di Stato: una decisione che quindi blocca i lavori. Viene così accolto il ricorso presentato da Italia Nostra Salerno, che appunto chiede l'annullamento del permesso a costruire rilasciato dal comune di Salerno.

Il provvedimento non entra però nel merito del contenzioso. Il collegio presieduto da Giorgio Giaccardi, giudice estensore Giuseppe Castiglia, non ha deciso se il permesso a costruire è legittimo o meno. Ha però deciso, in via cautelare, di “sospendere l’esecutività della sentenza impugnata” (quella del Tar) e di fermare il cantiere, rimettendone la riapertura alla pronuncia di una eventuale sentenza favorevole nel merito.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crescent Salerno, il Consiglio di Stato ferma i lavori

SalernoToday è in caricamento