rotate-mobile
Cronaca Giffoni Valle Piana

Omicidio del panettiere di Giffoni: anche il figlio minore a processo

Il 16enne è accusato, insieme alla madre e al fratello maggiore, di aver prima ucciso e poi mutilato e nascosto il cadavere del padre

Dovrà difendersi al processo il sedicenne di Giffoni Valle Piana, accusato di aver prima ucciso e poi mutilato e nascosto il cadavere del padre panettiere Ciro Palmieri il 29 luglio del 2022. La decisione è stata assunta dal Gip del Tribunale per i Minori a seguito di una relazione dei periti che, nell’incidente probatorio, asserirono la piena capacità di intendere e volere del giovane. Per lui, dunque, nessuna messa alla prova. Intanto è già in corso, davanti la Corte di Assise di Salerno, il processo a carico del fratello maggiorenne e della mamma del minore, accusati anche loro del delitto e dell’occultamento del cadavere in modo da simulare la scomparsa o un eventuale sequestro di persona. 

L'inchiesta

I carabinieri hanno ricostruito il contesto familiare nel quale è maturato l'agghiacciante delitto commesso a Giffoni Valle Piana. E il sospetto, basato su una serie di testimonianze ed indizi, è che alla base di tutto possa esserci una condizione di disagio e violenze. In particolare, sette anni fa la moglie denunciò per maltrattamenti il marito ma, da quanto si apprende, poi avrebbe ritrattato quelle accuse. Probabile, però, che quei problemi familiari non siano mai stati superati del tutto e che la situazione sia tragicamente precipitata nel pomeriggio del 29 luglio. Le immagini registrate dalle telecamere di video sorveglianza hanno immortalato la lite scoppiata nell'abitazione di via Marano e, soprattutto, la reazione d'impeto avuta prima dalla moglie e poi dai figli che hanno colpito con più coltelli il 43enne, fino ad ucciderlo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio del panettiere di Giffoni: anche il figlio minore a processo

SalernoToday è in caricamento